ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto chimica

Cristallizzazione - Filtrare il cicloesano affinché risulti una sostanza pura

Cristallizzazione - Filtrare il cicloesano affinché risulti una sostanza pura
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Cristallizzazione

Obiettivo: Filtrare il cicloesano affinché risulti una sostanza pura.

Materiale

Sostanza

Vetrino da orologio

Cicloesano

Beuta

Sale

2 filtri

becker

Spatola

Piastra

Cilindro

Imbuto

Procedimento:

Ho prelevato 20 ml di cicloesano e gli ho versati nel becker contenente il sale, ho messo un filtro sopra l’imbuto, il quale si trovava sopra la beuta collegata tramite un tubicino in plastica al rubinetto, e ho riscaldato fino a che la soluzione non bolliva, dopodiché ho filtrato tutto ripetendo questa procedimento per circa 4 volte, dopo il liquido restante nella beuta ,ovvero le acque madri, l’ho travasato nel cristallizzatore ovale e ho atteso qualche minuto per far formare i cristalli, poi ho filtrato nuovamente e i cristalli li ho messi in un vetrino da orologio (che avevo pesato in precedenza) e gli ho fatti essiccare. Successivamente ho pesato il vetrino con i cristalli e poi ne o presi alcuni e gli ho frantumati con la spatola, messi in un capillare e ho trovato il punto di fusione.

La mia sostanza ha iniziato a fondere a 122°C e a concluso a 123°C.

Calcoli

Dati

Vetrino da orologio:24,25g

Vetrino da orologio + Cristalli:25,80g

Cristalli:1,55g

Resa della sostanza: 45,87%

Resa della sostanza effettiva:3,379

Svolgimento dei calcoli

Cristalli in g: 25,80-24,25=1,55

Resa della sostanza: 1,55x100:3,379=45,87%

Parte Teorica:

Cristallizzazione: è una tecnica utilizzata per la purificazioni di sostanze. Consiste nello sciogliere a caldo il composto impuro, filtrare le impurità insolubili e lasciare raffreddare fino a quando dalla soluzione precipita il composto sotto forma di cristallo. Per una corretta cristallizzazione è importante scegliere l’opportuno solvente che deve avere la proprietà di sciogliere il composto a caldo e a freddo.

Struttura 3D del cicloesano:

Il cicloesano è un cicloalcano, ossia un idrocarburo privo di doppi e tripli legami C-C il cui scheletro di atomi di carbonio è chiuso ad anello, per l'esattezza un anello composto da sei atomi, ciascuno dei quali lega a sé due atomi di idrogeno. A temperatura ambiente è un liquido incolore dal lieve odore tipico degli idrocarburi.

Punto di fusione

La mia sostanza presuppongo sia il naftalene, ha iniziato la sua fusione a 80°C e l’ha conclusa a 87°C. Per trovare il punto di fusione ho frantumato la sostanza e l’ho messa in un capillare, che poi ho “legato” ad un termometro il quale doveva stare all’interno thiele immerso nell’olio di silicone. Per vedere il punto di fusione ho riscaldato il thiele nella parte sporgente e ho osservato la temperatura di inizio e di fine della fusione della mia sostanza.

 






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta