ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto economia

Le disfunzioni del mercato come giustificazioni dell’intervento pubblico

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Le disfunzioni del mercato come giustificazioni dell’intervento pubblico

1. Spiegate perché la concezione del mercato, ovvero della mano invisibile,

è ottimistica e insufficiente.

2. Elencate le circostanze che possono determinare inefficienze e

insufficienze del mercato.

3. Indicate quali sono le tre nozioni di massima efficienza che si

realizzerebbero nel mercato secondo la cosiddetta concezione ottimistica.

4. Le disfunzioni del mercato sono di per sé sufficienti a giustificare

l’intervento dello Stato?

5. Spiegate quando e perché si può realizzare una carenza di concorrenza



rappresentando un importante caso di malfunzionamento del mercato.

6. Spiegate perché il caso del monopolio naturale produce un

malfunzionamento del mercato e come la situazione di inefficienza può

essere corretta.

7. Quando sussiste una situazione di monopolio naturale il monopolista può

effettuare una discriminazione dei prezzi. Definite il fenomeno e indicate

perché può prodursi. Perché se il monopolista è un’impresa pubblica la

discriminazione dei prezzi può avvenire anche con diverse modalità?

8. Spiegate il concetto di esternalità nelle sue possibili versioni e modalità

anche con esempi concreti per ciascuna di esse e indicate perché

l’esistenza di esternalità può produrre malfunzionamenti del mercato.

9. L’esistenza di beni o servizi pubblici puri impedisce il corretto

funzionamento del mercato. Spiegate perché (in particolare mediante le

situazioni del free riding e del dilemma del prigioniero).

10. Accanto ai beni pubblici puri esistono i beni cosiddetti meritevoli. In base

a quale fondamento si giustifica la loro offerta da parte dello Stato?

Ritenete che il fondamento sia accettabile?

11. Alcuni malfunzionamenti del mercato sono causati dalla carenza o

incompletezza dell’informazione, dall’incertezza sul futuro e dal rischio di

eventi imprevisti. Spiegate quando, come e perché essi si realizzano.

12. I fenomeni della selezione avversa e dell’azzardo morale possono rendere

inefficienti i mercati assicurativi. Spiegate le caratteristiche dei due

fenomeni, anche con esempi, e perché essi si determinano.

13. Secondo la concezione ottimistica del mercato il bilancio pubblico deve

essere chiuso in pareggio, perché lo Stato deve essere neutrale nei

confronti del sistema economico. Spiegate come si può dimostrare che un

bilancio in pareggio può produrre effetti espansivi (teorema di

Haavelmo).

14. Spiegate perché può avvenire che il mercato non mantenga un equilibrio

di piena occupazione, distinguendo le situazioni di disoccupazione ciclica

da quella strutturale. Indicate le possibili ricette di politica economica in

ciascuna delle due situazioni.




15. Cercate di spiegare perché si afferma che gli equilibri prodotti dal

mercato possono essere ritenuti non equi dal punto di vista distributivo e

soffermatevi sui tentativi sinora non riusciti di dare fondamento oggettivo

alla nozione di equa distribuzione. Esiste un trade-off tra distribuzione e

sviluppo?

16. Una carenza di concorrenza può verificarsi in presenza di rendimenti di

scala crescenti. Spiegate perché e quando ciò può avvenire, quali sono le

conseguenze inefficienti per il produttore e consumatore e la marca" class="text">il consumatore e come esse

possono essere superate.

17. Una critica alla concezione ottimistica del mercato poggia sulla

possibilità che esso mantenga una situazione di equilibrio di

sottoccupazione. Quando questa situazione si produce in concreto e quali

sono i possibili rimedi, distinguendo tra disoccupazione ciclica e

strutturale?

18. Il principale problema dei paesi industriali è l’incapacità di mantenere una

crescita elevata e sostenibile. Questa incapacità è considerata da taluni

una disfunzione del mercato, da altri una disfunzione dell’intervento

pubblico. Discutete queste critiche e il loro fondamento.

19. I beni ambientali rappresentano un caso importante di disfunzione del

mercato a livello nazionale e internazionale. Spiegate perché,

soffermatevi sui possibili rimedi e in particolare commentate

l’insufficienza dell’intervento cooperativo tra gli Stati.

20. Secondo un filone di pensiero che tende sempre più ad affermarsi, in

molti casi il mercato sarebbe capace di autocorreggersi, eliminando così i

suoi malfunzionamenti. Spiegate perché, come e in quali situazioni può

prodursi e se l’autocorrezione può avere un’applicazione ampia.

21. La concezione ottimistica del mercato presuppone che ciascun operatore,

produttore o consumatore, perseguendo il proprio fine egoistico,

conduca all’ottimo benessere collettivo. Essa non tiene conto dei

comportamenti individuali dettati da motivazioni altruistiche che stanno

alla base dello sviluppo del cosiddetto settore nonprofit. Commentate le

dimensioni e il ruolo di questo settore, indicando altresì i problemi posti

dal suo sviluppo.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta