ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto economia

VALUTAZIONI DI BILANCIO - CAPITALE E DI REDDITO

VALUTAZIONI DI BILANCIO - CAPITALE E DI REDDITO
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

VALUTAZIONI DI BILANCIO

 

A FINE PERIODO, IN SEDE DI REDAZIONE DEL BILANCIO, ALCUNI COMPONENTI DI CAPITALE E DI REDDITO HANNO UN VALORE CERTO E OGGETTIVO.

IL VALORE DI ALTRI INVECE VA DETERMINATO ATTRAVERSO VALUTAZIONI SOGGETTIVE.

SI TRATTA DEI COMPONENTI DI CAPITALE E REDDITO RELATIVI ALL'ESISTENZA, A FINE PERIODO, DI:

       * RIMANENZE ATTIVE

       * RISCHI IN ESSERE


CE [tn-l - tn]



VALORE DELLA PRODUZIONE

* Ricavi di vendita

   + D Rimanenze di prodotti     * RI di Prod

                                                      # RF di Prod

* + Produzione ad uso interno

[COSTO DELLA PRODUZIONE]

*Costi di acquisto di MP

-        D Rimanenze di MP     * RI di MP

     # RF di MP

* + Costo del lavoro        salari e stipendi

                                          acc.ti al fondo TFR

* + Costi per servizi

 # + Ammortamenti

# + Accantonamenti ai fondi rischi

# RO

* [Oneri finanziari]

*  Plusvalenze

* [Minusvalenze]

# RN


                                                       SPtn

AP                                              PP

* CASSA E BANCA                        * DEBITI DI FINANZ.

# CREDITI DI FUNZIONAM.       * DEBITI DI FUNZIONAM.

 * NOMINALI                                 * DEBITI TRIBUTARI

 # [F.DO SVALUTAZ. CREDITI] *FONDI T.F.R.

* RATEI ATTIVI                             * RATEI PASSIVI

# IMMOBILIZZAZIONI               # F.DI RISCHI

   * COSTO STORICO                   * RISCONTI PASSIVI

   # [F.DI AMMORTAMENTO]            # CNtn

# RIM. FINALI DI MP                      CNtn-l     * CS

# RIM. FINALI DI PRODOTTI                      * RISERVE DI UTILI

                * RISCONTI ATTIVI                          # R.E. DEL PERIODO


N.B.

·      LE VALUTAZIONI DI BILANCIO POSSONO COMPORTARE SOPRAVALUTAZIONI / SOTTOVALUTAZIONI DEL CN E DEL RN, CHE SI COMPENSANO MAN MANO CHE I PROCESSI SI CONCLUDONO

·      DETERMINARE UN UTILE SOPRAVALUTATO PUO' PORTARE A DISTRIBUIRE UN UTILE SOLO APPARENTE, COMPROMETTENDO L'INTEGRITA' DEL PATRIMONIO


                                                          SPt1


CASSA              250             F.DO RISCHI                ----

PRODOTTI      ----              CN1 ----  CS        500

                                                            UTILE   ----

N.B.

I PRODOTTI SARANNO VENDUTI PER 500

I RISCHI IN ESSERE COMPORTERANNO COSTI PER 250

                                                      CN1                 500

                                                      UTILE        0


[ VALUTAZIONI OTTIMISTICHE]                                   [VALUTAZIONI PESSIMISTICHE]

SPt1                                                                                                                                       SPt1


CASSA                   250   F.DO RISCHI                 200        CASSA         250    F.DO RISCHI         300

PRODOTTI          600     CN  650   CS        500                    PRODOTTI 400    CN1 350   CS         500

                                                         UTILE 150                                                                     UTILE -l50

SPt2                                                                                                                                      SPt2


CASSA                   500    CN2 500  CN1         650               CASSA           500    CN2 500   CN1         350         

(250+500-250)                                 UTILE  -l50                                                                 UTILE    150

UTILE GLOBALE                                                             UTILE GLOBALE

        +150                                                                                      -l50

         -l50                                                                                      +150

        -------                                                                                     ------


SPt1                                                                                                                                       SPt1


CASSA                   250   F.DO RISCHI     200                  CASSA          100    F.DO RISCHI         200

PRODOTTI          600  CN1 650     CS        500                  PRODOTTI   600    CN1 = CS                    500

                                                        UTILE  150                                                                    

SPt2                                                                                                                                    


CASSA                   350    CN2 350  CN1         500                                                                                      

 (500+100-250)                                UTILE   -l50

N.B. UTILE GLOBALE = +150-l50 = 0

CS = 500                          CN2 = 350

NON SI E' DISTRIBUITO UTILE MA CAPITALE DI RISCHIO


AI FINI DI UNA CORRETTA DETERMINAZIONE DEL REDDITO DI PERIODO E' NECESSARIO CHE LE VALUTAZIONI DI BILANCIO SI ARTICOLINO IN DUE FASI:

A) * INDIVIDUAZIONE DELLO SPAZIO DEI

DEI VALORI RAGIONEVOLI DELLE RIMANENZE ATTIVE E DEI RISCHI

B) * SCELTA IN QUESTO SPAZIO DEI VALORI DA

ATTRIBUIRE, INDIVIDUANDO I VALORI PIU' COERENTI CON L’ESIGENZA  DI DETERMINARE UN REDDITO CHE SIA  DISTRIBUIBILE SENZA RISCHIARE DI COMPROMETTERE L'INTEGRITA' DEL PATRIMONIO


A)          LO SPAZIO DEI VALORI RAGIONEVOLI

       DELLE RIMANENZE ATTIVE

IN CONDIZIONI DI NORMALE ECONOMICITA' E' LO SPAZIO COMPRESO TRA

·      UN VALORE MASSIMO DATO DAL VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO DELLE RIMANENZE DI FATTORI E DI PRODOTTI

·      UN VALORE MINIMO DATO DAL COSTO (DI ACQUISTO O DI PRODUZIONE) DI QUESTE RIMANENZE


POSTO CHE

·      LE RIMANENZE ATTIVE SONO BENI PER DISPORRE DEI QUALI L'IMPRESA HA INVESTITO KM

·      IL VALORE DI TALI BENI PER L'IMPRESA E' IL KM RECUPERABILE ATTRAVERSO IL LORO REALIZZO, DIRETTO O INDIRETTO

                IL VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO

·                    PER I PRODOTTI E I FATTORI PRODUTTIVI STRALCIATI DALLA PRODUZIONE E' UN VALORE DI REALIZZO DIRETTO [DIPENDE DAL PREZZO DI VENDITA]

·                    PER I FATTORI PRODUTTIVI UTILIZZATI NELLA PRODUZIONE E' UN VALORE DI REALIZZO INDIRETTO [E' LA QUOTA PARTE DEL VALORE DEL PRODOTTO FINALE PARI AL PESO DEL COSTO DEL FATTORE SUL COSTO DI PRODUZIONE]


TUTTAVIA

SE ANDAMENTI SFAVOREVOLI FANNO SCENDERE IL VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO SOTTO IL VALORE DI COSTO

·      NEPPURE IL COSTO E' RECUPERABILE

·      IL VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO E' L'UNICO  RAGIONEVOLE

NON ESISTE UNO SPAZIO DEI VALORI

RAGIONEVOLI. IL COSTO E' IL SOLO VALORE RAGIONEVOLE.


CALCOLO DELVALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO [INDIRETTO] DEI F.F.S E DEI F.F.R.



ES. PRODUZIONE ANNUA: 10 000 UNITA' DI X

CON *6 000 ORE DI LAVORO       - COSTO    5 000      12,5%

          *30 000 UNITA' DEL FFS Y  - COSTO  15 000      13,5%

             [py = 0,50]

           *3 000 ORE MACCHINA    - COSTO    20 000      50,0%

       [20% VITA UTILE DI                                40 000           100,0%

       UN IMPIANTO CON

       * COSTO ACQ. 100 000

       * VALORE INIZIO PERIODO 60 000

       * VITA RESIDUA 6 000 ORE]

                                 

·      VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO

[INDIRETTO] DEL F.F.S. y

px =5                        VALORE DI 10 000 x = 50 000

                                30 000 y= (37,5/100)*50 000 = 18 750

                                1y = 0,625

px =3,5                     VALORE DI 10 000 x = 35 000

                                30 000 y= (37,5/100)*35 000 = 13 123

                                1y = 0,4375

·      VALORE DI PRESUMIBILE REALIZZO [INDIRETTO] DEL F.F.R.

px =5    VALORE DI 20 000 x = 100 000

                   VALORE DEL F.F.R. = (50/100)*100 000 = 50 000

                   AMMORT. DEL PERIODO = 60 000 - 50 000 = 10 000

px =3,5 VALORE DI 20 000 x = 70 000

             VALORE DEL F.F.R. = (50/100)*70 000 = 35 000

             AMMORT. DEL PERIODO = 60 000 - 35 000 = 25 000


SPAZIO DEI VALORI RAGIONEVOLI DELLE RIMANENZE ATTIVE


VALORE DI

PRESUMIBILE

REALIZZO

                                                              VALORE DI

                               -----COSTO---      PRESUMIBILE

                                                            REALIZZO

N.B. ± VALORE ATTRIBUITO ALLE RIMANENZE

ATTIVE

± VALORE DELLE A.P.

± VALORE DEL C.N. E DEL R.E.


SPAZIO DEI VALORI RAGIONEVOLI DEI RISCHI IN ESSERE

VALORE MASSIMO

RAGIONEVOLMENTE ATTRIBUIBILI AI RISCHI

* PER INESIGIBILITA' DI CREDITI

* PER INTERVENTI SU PRODOTTI IN  

   GARANZIA

* ECC.

       VALORE MINIMO

N.B. ± VALORE ATTRIBUITO AI RISCHI

+VALORE DELLE A.P.

± VALORE DELLE P.P.

+ VALORE DEL C.N. E DEL R.E.


B)    LA SCELTA - NELLO SPAZIO DEI VALORI RAGIONEVOLI - DEI VALORI DA ATTRIBUIRE ALLE RIMANENZE ATTIVE E AI RISCHI IN ESSERE VA GUIDATA DALL'ESIGENZA

·      DI NON ATTRIBUIRE AL PERIODO UTILI RAGIONEVOLMENTE PREVEDIBILI MA INCERTI

·      DI NON DISTRIBUIRE UTILI APPARENTI, DESTINATI A RIVELARSI INESISTENTI

PRINCIPIO DELLA PRUDENZA

·      ATTRIBUIRE ALLE RIMANENZE ATTIVE:

*IL VALORE MINIMO TRA QUELLI       RAGIONEVOLI  [IL COSTO]

*SE MINORE DEL COSTO, IL VALORE DI 

PRESUMIBILE REALIZZO

·      ATTRIBUIRE AI RISCHI IN ESSERE IL VALORE MASSIMO TRA QUELLI RAGIONEVOLI


GRAZIE AL PRINCIPIO DELLA PRUDENZA

·      AL PERIODO SONO ATTRIBUITI SOLO UTILI DI PROCESSI GIUNTI A CONCLUSIONE [PER I PROCESSI IN CORSO LE RIMANENZE SONO VALUTATE AL COSTO E TALE VALUTAZIONE NON INCORPORA UTILI] ED INOLTRE TALI UTILI SONO GIA' GRAVATI DI TUTTI I POSSIBILI COSTI E PERDITE FUTURI

·      GLI UTILI DEI PROCESSI IN CORSO SONO RINVIATI AL FUTURO E SARANNO RILEVATI QUANDO LE RIMANENZE ATTIVE SARANNO REALIZZATE. I MINORI COSTI E PERDITE LEGATI AL RISOLVERSI PIU' FAVOREVOLE DEI RISCHI SARANNO RILEVATI QUANDO I RISCHI SI MANIFESTERANNO NEL LORO REALE AMMONTARE


RIMANENZE PRODOTTI                                                       RISCHI IN ESSERE

V.P.R.                           900                                                                  MAX                      50

V. REALIZZATO       850                                                                  V. EFFETTIVO    40

COSTO                        750                                                                  MIN                                               30


SPt1                                                                                                                                       SPt1


CASSA                   250   F.DO RISCHI     50                  CASSA           1060 CN2                 1060

RIM PROD           750  CN1 950     CS        900                  PRODOTTI   600    CN1       950

                                                        UTILE    50                  [250+850-40]            UTILE 110 *

                                                                                   * 110 =

                                                                                    100 MAGGIOR REALIZZO SU PRODOTTI +

                                                                                    10 MINOR VALORE DEI RISCHI  


SE LE VALUTAZIONI SONO PRUDENZIALI IL CN DI BILANCIO RAPPRESENTA CAPITALE RAGIONEVOLMENTE ESISTENTE

·      FORMATOSI CON GLI APPORTI DEI TITOLARI

·       INTEGRATO CON RISERVE DI UTILI REALIZZATI E ACCANTONATI

·       INCREMENTATO CON UTILI DI PERIODO REALIZZATI

·       COMUNQUE GRAVATO DI TUTTI I POSSIBILI RISCHI        

  

                                                                                                                                    

    


Galleria di foto e immagini per: valutazioni


imagine cu valutazioniimagine cu valutazioni immagini valutazioniimmagini/poza valutazioni




© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta