ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto elettronica

SCHEDA MADRE - LA STRUTTURA DI UNA SCHEDA MADRE, IL PROCESSORE, LA CENTALE DI COMANDO

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SCHEDA MADRE

La scheda madre, detta anche motherboard ,è la scheda principale alla quale fanno capo tutti i dispositivi del computer ed è l’elemento che influisce maggiormente sull’affidabilità , la versatilità , l’espandibilità e la longevità di un qualsiasi PC.

LA STRUTTURA DI UNA SCHEDA MADRE

Ogni scheda madre si presenta come una scheda realizzata in diversi strati di un materiale chiamato vetronite.

Il numero degli strati , che solitamente varia da 4 a 6 , è un buon indicatore della razionalità dello schema circuitale e del livello di integrazione della scheda stessa : un minor numero di strati implica una costruzione ed una progettazione più accurata e moderna.

Un altro elemento che può aiutare nella valutazione della qualità del prodotto è la presenza diffusa di componenti saldati in superficie piuttosto che montati in modo da perforare la scheda stessa.

Molto importante , al momento dell’acquisto , è anche il “form factor” secondo il quale è realizzata la scheda ,ovvero le specifiche standard in base alle quali sono definite le dimensioni della stessa.



I principali standard attuali comprendono l’ATX , evoluzione del vecchio AT , rispetto al quale offre un’alimentazione operante ad un voltaggio maggiore e una più razionale distribuzione di ingressi e di uscite.

L’NLX , invece , si presta bene per facili procedure di aggiornamento,essendo costituita da due parti:una di elementi attivi(la parte aggiornabile) e una con elementi passivi (connettori e bus di espansione).

L’ultimo passo nella standardizzazione  dell’aspetto delle schede proviene dalle specifiche PC 99 che impongono una colorazione diversa per ogni tipo di ingresso.

Le schede madri si differenziano tra loro per il quantitativo massimo di RAM che può essere montata , dal numero di canali , dal tipo di bus IDE a disposizione delle memorie di massa , dal numero di slot PCI per future espansioni e della presenza o meno di un controller SCSI integrato.

IL PROCESSORE   

Il principale componente che ogni scheda madre deve ospitare è il processore.

Questo è montato su uno zoccolo rettangolare (socket) o su un connettore a pettine (slot).

Ogni processore è costituito da un chip di silicio ,chiuso in un contenitore (package) della forma più disparata , con una serie di contatti elettrici che consentono al dispositivo di comunicare con il suo bus.

Alcune schede madri possono addirittura ospitare contemporaneamente più tipi diversi di connessione in modo da lasciare all’utente maggiore libertà nella scelta della CPU da adottare.

Vi sono anche schede madri per usi professionali che funzionano con due o più processori in parallelo , che dovranno essere gestiti da un sistema operativo in grado di distribuire il lavoro sulle diverse CPU.

La scheda madre deve , inoltre ,  fornire al processore l’alimentazione corretta   in quanto vi sono differenze di voltaggio sostanziali tra le CPU delle varie marche.

IL CHIPSET

Il chipset è l’elemento più caratterizzante di una scheda madre ed è quello che maggiormente influisce sulle prestazioni del sistema , poiché da questo dipendono le CPU utilizzabili , le frequenze di funzionamento e l’impiego di versioni più o meno evolute degli standard di connessione delle periferiche.




La funzione principale del chipset è di fare da ponte (bridge) tra i diversi bus del sistema .

Si parla , infatti , di “northbridge” per quei chip che si occupano dell’interazione tra memoria e processore .

Il “southbridge” è preposto , invece , alla gestione dell’input/output con le periferiche esterne collegate attraverso le porte seriali o parallele e con le memorie di massa attraverso il bus EIDE.

Il chipset deve tenere insieme ,permettendo comunicazioni senza conflitti , il processore , la RAM , le schede grafiche su bus AGP , le periferiche PCI e quelle che usano le porte di comunicazione esterne e le memore di massa con il loro controller specifico . 

LA CENTALE DI COMANDO

Il controllo su quasi tutte le funzionalità e impostazioni della scheda madre è permesso all’utente attraverso l’accesso al BIOS (memoria a sola lettura aggiornabile attraverso impulsi elettrici).

Per quelle funzionalità , come la definizione della frequenza di funzionamento del processore ,  che sarebbe pericoloso rendere accessibili tramite il BIOS, alcune schede madri mantengono tuttora l’uso di jumper(o dei microswitch).

 SCHEMA DEGLI ABBINAMENTI  

 

 

 






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta