ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

SCHEDA DI LETTURA - Sue Towsend, Diario segreto di Adrian Mole

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SCHEDA DI LETTURA

Autore:           Sue Towsend

Titolo:            Diario segreto di Adrian Mole

Casa editrice:Mondatori

Genere:          diario per ragazzi

Trama: questo è il diario di un ragazzo, Adrian Mole, nel quale egli racchiude pensieri e idee.

            Il ragazzo parla con il diario come con un amico ponendogli anche degli interrogativi.

Tutto comincia dal giorno di Capodanno, quando gli viene regalato il diario. Adrian in realtà vive una difficile situazione; i genitori sono in crisi, lui non va d’accordo con alcune persone, è alla presa con le prime cotte e non si piace.



La madre ha una storia sentimentale con il vicino di casa, Lucas, e non pensa al lio che ne soffre molto.

Il ragazzo non si piace e fa di tutto pur di nascondere i brufoli tipici dell’adolescenza; è per questo che soffre nel pensare a Pandora, una ragazza che gli piace molto, dato che è sicuro di non riuscire ad interessarle.

Da qualche tempo poi ha dei conflitti con un comno che lo ricatta cercando qualche soldo da lui. Adrian analizza ogni momento, cercando di sdrammatizzare e criticandosi, se necessario, con un po’ di autoironia.

Ha però una nonna iperattiva che lo ospita quando i genitori si lasciano e lo protegge dal comno che lo ricattava tempo prima.

Adrian è molto generoso e lo dimostra facendo parte di un club, “i buoni samaritani”, ma soprattutto occupandosi di un anziano testardo ma che saprà essere per lui un buon amico.

Personaggi principali: i personaggi principali sono Adrian, Pandora e Nigel.

Il protagonista è un ragazzo pieno di problemi che però cerca di affrontare, sdrammatizzandoli più che può.

È basso, magrolino, con il naso un po’ accentuato e tanti brufoli.

Gli piace molto scrivere ed è per questo che, ogni giorno, scrive tutto sul suo diario. È un ragazzo forte anche se poco ottimista rispetto alla vita dato che pensa, per via dei problemi familiari, di diventare un teppista di strada.

Tuttavia cerca di aiutare gli altri, evitando così di pensare ai propri problemi.

Pandora è, per un certo periodo, la ragazza di Adrian, che lui tanto desiderava. Lei è dolce e premurosa nei confronti di Adrian, non si scorda nessuna festività che lo riguarda e lo fa sempre sentire al centro di tutto. Lo aiuta nei momenti più difficili, anche se poi lo lascia, perché si innamora di Nigel.

Nigel è il miglior amico di Adrian e cerca di stargli accanto nei periodi più triti. Dopo un certo tempo però, diventa il suo peggior nemico perché si fidanza con Pandora e tradisce così la loro amicizia.

Dei personaggi mi è piaciuto in particolar modo Adrian perché sono riuscita ad immedesimarmi completamente in lui e mi sono specchiata in molte sue situazioni.

Personaggi secondari: i personaggi secondari sono molti: la mamma, il padre, il signor Lucas, la                              signora Mole e Bert Baxten.

                                   La mamma non è molto sensibile nei confronti del lio, difatti lo abbandona                            lasciandolo col padre senza avvisarlo e senza avvisarlo e senza fargli capire,                            in seguito, che avrebbe sempre potuto contare su di lei.




                                   Il padre trascura molto il lio, dato che si trova in una situazione difficile                                 con la moglie e non riesce a trovare il tempo per occuparsi di lui.

                                   Il signor Lucas ha dei conflitti con Adrian che lo giudica, giustamente, un                                             approfittatore.

                                   Infatti l’uomo approfitta del fatto che la mamma di Adrian sia depressa, per                             convincerla a vivere con lui.

                                   La signora Mole è una vecchietta energica e testarda; difatti, quando scopre                           che il nipote viene ricattato da un comno, va da questo e gli dà una lezione.

Bert ha “due facce”: in una vediamo un anziano buono, amichevole e che ha bisogno di un amico, mentre nell’altra vediamo il Bert cocciuto e che ognora le regole dello stare con gli altri anche se, alla fine, si sposa con un’anziana donna che sa come trattarlo.

Giudizio sul libro:       il libro mi è piaciuto perché, anche se Adrian è frutto della fantasia, la scrittura è riuscita a far sembrare reale un adolescente con i problemi comuni un po’ a tutti i ragazzi della mia età.

                                    Ho preferito la parte comica in cui Adrian racconta che il padre ha “ubriacato” il cane con del liquore il primo dell’anno e aggiunge che poi se l’è dovuta sbrigare proprio il padre con la protezione animali; questo concetto del “se la sbrigherà lui” appare spesso in tutto il diario e questo mi fa capire che Adrian non pensa agli altri ma a sé, perché teme che i suoi siano problemi irrisolvibili.

                                    Da questo mi viene da riflettere sul fatto che tutti gli adolescenti (io ne sonoun esempio) pensano che i propri problemi siano i più grandi e difficili del mondo.

                                    Il libro è scritto in modo semplice e i periodi sono molto brevi. I vocaboli sono facili.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta