ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

SIMBOLISMO, PASCOLI

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SIMBOLISMO

-         Verso libero che rende la poesia simile a musica.

-         Concezione dell’ART POUR l’ART.

-         Negazione dell’oggettività. La poesia diventa pura creazione linguistica.

-         Evocazione dell’angoscia attraverso simboli, allegorie.

PASCOLI

Focalizza la sua narrazione sulla regressione, cioè il ritorno al NIDO degli affetti famigliari e alla condizione del FANCIULLINO pacifico e ignaro del male. Questo provoca un’introversione nei confronti del mondo, a causa dei numerosi lutti famigliari che l’hanno colpito e anche per il tramonto del positivismo e della conseguente fede nella scienza.

 

Stile:

-         Largo uso d’onomatopee (le rane).

-         Uso di analogie che collegano la realtà al simbolo, ottenute attraverso l’uso di SINESTESIE (=associazioni di aggettivi/sostantivi che si riferiscono a sensi diversi).

-         Predominanza della paratassi (=proposizioni non subordinate).

-         Frammentismo che spezza la logica.

Simboli:

-         NIDO: casa, amore, affetti famigliari.

-         CULLA: rapporto madre lio.

-         MORTI: vivi nel ricordo, ma anche nel presente.

-         CIBO: padre.

-         AMORE: madre.

-         SOLIDARIETA’: fratelli.

-         MACROCOSMO della società che spaventa e aumenta la voglia di regressione.

·         TEMPESTA/TUONO: violenza della società.

·         CAMPANE: atmosfera di sogno ma anche presagio di morte.

·         UCCELLI: ricordano il nido, ma richiamano anche angoscia e pericolo (assiolo, civetta).

·         FIORI: attrazione sessuale, ma anche ornamento delle tombe.

·         NEBBIA: può proteggere e avvolgere il microcosmo, ma nascondendo il macrocosmo simboleggia il mistero della vita.

·         COSTELLAZIONI: ansia dell’infinito.

 

CANTI DI CASTELVECCHIO

Temi:

-         morte

-         Dolore: trova conforto nelle lacrime ma non perde intensità.

-         NATURA: il ciclo delle stagioni è lo stesso ciclo della vita. La natura è una madre dolce che aiuta il poeta ad accettare la morte. Solitaria e silenziosa ispira il poeta e aumenta il senso di mistero per la vita.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta