ePerTutti

Categoria
Arte
Biologia
Chimica
Diritto
Economia
Elettronica
Fisica
Geografia
Informatica
Inglese
Italiano
Latino
Letteratura
Lingue
Management marketing
Matematica
Psicologia
Ricerche
Sociologia
Storia
Storia dell arte
Tecnica
Tecnologia meccanica
Tedesco
Varie
Appunti, Tesina di, appunto LATINO

La dinastia Giulio Claudia

Scrivere la parola
Seleziona una categoria


La dinastia Giulio Claudia

Muore Augusto- visione di uno squilibrio politico

Successore – bisogno dell’appoggio delle guardia pretoriana e degli eserciti.

Senato- Voleva mantenere i suoi privilegi

Popolazione- voleva che non scoppiasse una nuova guerra civile, avrebbero accettato chiunque come successore, sia lio adottivo o legittimo come successore.

Augusto- prima della sua morte non volle prevedere chi sarebbe stato suo successore alla sua morte. Per mostrarsi rispettoso delle leggi e x non mostrarsi come un re.

Ma volendo che il suo successore fosse uno da lui scelto li dono la potestà tribunizia e il comando proconsolare, facendo ratifica questa investitura da un regolare voto del senato.

Tiberio(14-37 a.c.)- divenne l’erede prescelto, lio della terza moglie avuto con un precedente marito, che Augusto adotto cosi facendolo passare dalla gents Julia alla gents Giulio Claudia. Queste due famiglie appartenevano gli imperatori che seguirono, Caligola, Claudio e Nerone. Gli storici ritengono la famiglia Giulio Claudia il gruppo dei primi eredi d’Augusto.

I successori d’Augusto- si definiscono imperatori e cosi verrà chiamato lo stato impero. Deboli di personalità corsa alla successione comportamenti spregiudicati.

Gli imperatori- x consolidare il proprio impero, eliminavano tutti i senatori che gli causavano contrasto ai loro piani, i senatori volevano mantenere i loro privilegi e i propri domini.

Tiberio- affido il suo dominio al pretore cosi donandogli la possibilità di soffocare chiunque avesse tentato di fare congiure. Quando scopri che tramava alla successione venne condannato a morte. Fu molto più rigido sulle leggi di quanto lo fosse stato Augusto.

I secolo- l’impero si espanse a occidente, verso la Britannia, tra Danubio e Reno.

Morte di Tiberio- viene eletto come successore dai pretoriani Caligola nipote di Tiberio.

Caligola- gli venne imposta con la forza al comando del governo e subito si oppose al senato cercando di affermarsi come monarca assoluto. Governo per 14 anni, romanizzando le province, fondazione di molte colonie e opere pubbliche. Al senato mise liberti di sua fiducia che erano più facili da controllare al posto dei senatori.

Alla sua morte sale come successore il lio adottivo della seconda moglie Agrippina la quale voleva che il lio salisse al trono, di sicuro C. mori per avvelenamento da parte della moglie.

Nerone(54-68)- sale al trono all’età di 17 anni all’inizio si fece guidare dalla madre ma in seguito creo un dominio personale ed uccise  kiunque secondo lui gli tramava contro, fece uccidere la madre Agrippina, il fratello Britannico, dalle mogli Ottavia e Poppea, al filosofo Seneca, il quale gli era stato suo maestro e consigliere. Cerco di conquistarsi il popolo con la riforma monetaria la quale favori sia ai poveri che hai ricchi. Nel 64 fece bruciare Roma per ricostruirla sotto un piano regolamentare a lui favorevole e si fece anche costruire un grandioso palazzo, che fu chiamato domus aurea. Alcuni senatori cominciarono a pensare che l’incendio l’avesse fatto apposta Nerone, quando esso senti circolare queste voci decise di accusare i Cristiani di aver bruciato Roma. Lui non accomno mai un esercito in guerra i suoi compiti principali consistevano nell’arte la quale porto scontenti e preoccupazioni a Roma e in tutto l’occidente. Si ribellarono gli eserciti in Germania e in Sna che acclamarono come imperatore Servio Sulpicio Galbe (68-69). Nerone venne nominato nemico pubblico e venne abbandonato da tutti quelli che l’avevano appoggiato si suicido.



© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati ::::: Condizioni Generali - Invia - Contatta