ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto letteratura

ROSSO MALPELO

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

ROSSO MALPELO

 

La Novella, parla di un ragazzo ritenuto cattivo e scorbutico, che aveva i capelli rossi sporchi di sabbia proveniente dalla cava in cui lavorava e per questo veniva chiamato Rosso Malpelo.

Lui aveva una sorella e la madre, il padre era morto nella cava per la caduta di una trave rimanendo sepolto a lungo sotto la sabbia. Suo padre, Mastro Misciu, veniva soprannominato 'Bestia', e Veniva maltrattato da tutti i lavoratori. Finche' Rosso Malpelo lavorava con il padre era compreso e trattato con affetto, ma quando il padre mori', era maltrattato ed emarginato da tutti. Questo ragazzino di 12-l3 anni circa, vedeva sua madre solo al sabato sera per consegnarle i soldi della a. La madre e la sorella si vergognavano del ragazzo. Veniva picchiato pure dai comni e non versava nemmeno una lacrima senza mai ribellarsi. Per sfogarsi picchiava i muli, e le persone più' deboli. Un giorno i lavoratori trovarono il cadavere di Mastro Misciu, ma non vollero comunicarlo a Rosso Malpelo per paura che reagisse male; i lavoratori gli consegnarono i suoi vestiti dicendogli che li avevano trovati in galleria e da quel giorno il ragazzo si rifiuto' di lavorare in quel luogo . I calzoni e le scarpe del padre se le mise subito, portandoli fieramente. Rosso Malpelo aveva un amico di nome Ranocchio, che era zoppo. Lui presto pero' si ammalo', anche perché' era debole, e mori'. Rosso Malpelo era completamente solo senza amici. Un giorno Malpelo si attrezzò e decise di addentrarsi fin Dentro alla cava alla scopo di velocizzare i lavori di scavatura. Nessuno aveva il Coraggio di farlo, per la paura di smarrirsi. Cosicché, di  Malpelo non si seppe più nulla e alla cava nessuno lavoratore nominò più il suo nome.
 





© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta