ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto letteratura

SCHEDA GENERALE DI LETTURA DI UN ROMANZO

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SCHEDA GENERALE DI LETTURA DI UN ROMANZO

·        Autore:

·        Titolo originale:

·        Titolo della traduzione italiana:



·        Edizione (editore, luogo, anno di pubblicazione):

-       Edizione originale:

-       Edizione letta:

·        Fabula e intreccio

-       Sintesi dell’opera articolata in macrosequenze:

q       Prologo (eventuale):

q       Prima macrosequenza:

q       Seconda macrosequenza:

q      

q       Conclusione:

-       Caratteristiche della fabula (chiara/indeterminata, articolata/semplice, estesa nel tempo/limitata, etc.):

-       Caratteristiche dell’intreccio:

q       Sfasatura parziale rispetto alla fabula:

Ø     Inizio in medias res

Ø     Inizio dall’episodio finale

Ø     Altro

q       Sfasatura marcata rispetto alla fabula – intreccio complesso:

Ø     Intreccio a incastro

Ø     Intreccio a sorpresa

Ø     Intreccio per flash-back

Ø     Intersecazione alogica dei piani temporali

Ø     Altro

·        Narratore:

-       Posizione:

q       Interna

q       Esterna

-       Focalizzazione prevalente:

q       Zero (narratore onnisciente)

q       Interna (narratore soggettivo)

q       Esterna (narratore fotografo)

q       Mista

·        Personaggi:

-       Protagonista/i:




-       Personaggi secondari significativi:

-       Antagonista/i:

-       Per ciascun personaggio fornire:

q       Descrizione sintetica (attributi, condizione sociale, etc.):

q       Caratterizzazione (tipo/individuo, statico/dinamico):

q       Modalità di rappresentazione (ritratto preliminare immediato/mediato, definizione del personaggio solo attraverso le sue parole e azioni, etc.):

·        Spazio:

-       Luogo dove si svolge l’azione:

q       Descrizione sintetica:

q       Caratterizzazione (luogo reale/spazio ambiente, tipi di ambiente, etc.)

q       Modalità di rappresentazione (descrizione approssimativa/dettagliata, uso di scenario ricorrente e suo significato, eventuale uso significativo di simbologie, cromatismi, criteri direzionali, etc.):

·        Tempo:

-       Tempo interno al racconto:

q       Piano del narrato:

q       Piano del narratore:

q       Piano del narratario:

q       Rapporto tra i piani del tempo interno:

-       Ritmo di scorrimento del tempo:

-       Tempo esterno al racconto (del narratore/del lettore):

·        Stile:

-       Tipo di sintassi prevalente (ipotassi/paratassi/etc., commentare i motivi della scelta):

-       Livello lessicale:

q       Alto-formale

q       Solenne formale

q       Medio-basso

q       Standard/colloquiale/popolare dialettale

-       Aggettivazione prevalente (oggettiva/emotiva/valutativa):

-       Caratterizzazione stilistiche particolari (ure retoriche, particolari soluzioni sintattiche, lessicali - es. usi di altre lingue – etc. ):

·        Esposizione critica dei temi dell’opera:

·        Visione del mondo dell’autore:

·        Contestualizzazione dell’opera:

·        Giudizio finale:






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta