ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto letteratura

SIMBOLISMO

SIMBOLISMO
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SIMBOLISMO

La tendenza pi¨ significativa della letteratura di fine secolo, destinata ad un'ampia fortuna anche nel Novecento, fu il Simbolismo; un insieme di propensioni letterarie congiunte a un'idea radicalmente mutata dei fatti espressivi. I poeti simbolisti (il movimento ebbe origine in Francia), riconobbero il loro maestro in Baudelaire e pi¨ tardi in Verlaine, Rimbaud, MallarmÚ che di questa tendenza rappresentarono l'espressione pi¨ alta. Il nome del movimento deriva da un'idea del mondo come una rete di simboli, mediante le quali il poeta evoca una realtÓ pi¨ profonda, ricostruendola su una trama di analogie e di corrispondenze. Questa visione del mondo produce nell'arte una rivoluzione totale, del contenuto e delle forme. Ammessa l'impossibilitÓ di conoscere la realtÓ mediante l'esperienza, la ragione, la scienza, si pensa che soltanto la poesia, per il suo carattere d'intuizione arazionale e immediata, possa attingere il mistero, esprimere le rivelazioni dell'ignoto. Essa diviene quindi la pi¨ alta forma di conoscenza, l'atto vitale pi¨ importante: coglie le arcane analogie che legano le cose, scopre la realtÓ che si nasconde dietro le loro apparenze esteriori, esprime i presentimenti e i trasalimenti che affiorano al fondo dell'animo. Per questo Ŕ concepita come pura illuminazione, messaggio che giunge da una zona remota, opposta all'esperienza usuale: come espressione, appunto simbolica. Non rappresenta pi¨ immagini o sentimenti concreti, rinuncia al racconto, alla proclamazione di ideali; la parola non Ŕ pi¨ usata come elemento del discorso logico, ma per la sua virt¨ evocativa e suggestiva. La struttura espressiva e il senso dell'euritmia, propri della tradizione classica, vengono infranti, insieme con ogni forma di costruzione intellettuale e sintattica. Nascono la poesia del frammento illuminante, denso, spesso, di una molteplicitÓ di significati simbolici, e una nuova metrica, sciolta dagli schemi della tradizione, intesa a rendere il ritmo della vita interiore, il suo fluire libero. La nuova poesia non si rivolge all'intelletto o al sentimento del lettore, ma alla profonditÓ del suo inconscio, lo invita non a una lettura, ma ad una partecipazione vitale. La vera novitÓ di questa poetica si verifica a livello di linguaggio e di espressione. Si prediligono le metafore dense, che alludano alla complessitÓ del mondo e ne riflettano la cangiante metamorfosi, le analogie fra le cose come manifestazione d'una profonda e riposta unitÓ. La poesia appare pertanto una creazione del mondo attraverso il linguaggio, una riprova della creativitÓ dell'io; un modo per il poeta, di isolarsi dalla trib¨ degli altri uomini, dal loro modo di conoscere e di esprimersi.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta