ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto management marketing

IL MARKETING

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

IL MARKETING

Per Marketing s’intende l’insieme di attività mediante le quali un’organizzazione (che può avere o non avere come obiettivo il profitto) mira a soddisfare le esigenze di persone o di altre organizzazioni rendendo loro disponibili prodotti o servizi, sostenendo idee o affermando valori nella società. Più in particolare, potremmo definirlo come una filosofia aziendale che, partendo da un’analisi del mercato secondo determinate metodologie, punta alla definizione della strategia ottimale di approccio al mercato stesso attraverso l’utilizzo di alcuni strumenti operativi d’azienda, detti “leve del marketing mix”. Il Marketing (in breve, MARKETING) è strettamente legato al sistema economico in cui l’impresa opera e con esso si è evoluto nel tempo. Distinguiamo quattro diversi stadi di questa evoluzione:

  1. Obiettivo: la produzione. Caratterizza un’economia basata sulle produzioni di massa. Le fabbriche iniziano ad essere meccanizzate, i volumi di produzione sono a livelli elevatissimi, la manodopera è scarsamente specializzata, nascono i primi fenomeni di urbanizzazione e si innalza il reddito pro-capite, che determina un aumento della domanda. La concorrenza è modesta, non sono necessarie ricerche di mercato perché i mercati sono ancora lontani dalla saturazione. Scopo del Marketing è di ricercare la massima efficienza produttiva, in altre parole la produzione a basso costo e una distribuzione capillare.

  1. Obiettivo: la vendita. La capacità produttiva delle aziende inizia ad essere superiore alla possibilità di assorbimento del mercato ed è cresciuto il numero delle aziende concorrenti. L’obiettivo è vendere, sottraendo quote di mercato ai concorrenti. Le imprese più innovative potenziano la funzione delle vendite, manovrano i prezzi, fanno promozione, rinnovano la distribuzione. Si era convinti, quindi, che con un’adeguata promozione si potesse ampliare la domanda di qualsiasi prodotto.

 

  1. Obiettivo: il consumatore. Distribuzione di massa e promozione non potevano in ogni caso sostenere il lancio di un prodotto sbagliato o inutile, quindi l’attenzione si sposta sulle esigenze del potenziale compratore. Si inizia a parlare cioè di aziende orientate al mercato (marketing oriented). L’obiettivo diventa soddisfare e /o stimolare le esigenze del consumatore, quindi bisogna capire cosa vuole il mercato. Poiché oggi le imprese operano in condizioni di eccesso di offerta, bisogna tener conto anche della concorrenza da parte delle altre aziende, e si passa a parlare, quindi, di aziende competition oriented.

L’impresa è un sistema aperto ai rapporti con l’ambiente esterno, che condiziona e da cui è condizionata. Il marketing deve, perciò, tener presenti le variabili che entrano in gioco, e che possiamo distinguere in:

    • Variabili controllabili: sono le risorse interne dell’impresa e nel MARKETING formano il c.d. marketing mix (prezzo, prodotto, promozione e distribuzione);
    • Variabili parzialmente controllabili: formano il c.d. microambiente e sono le politiche degli intermediari, dei fornitori, dei concorrenti e dei clienti;
    • Variabili non controllabili: costituiscono il c.d. macroambiente e sono l’andamento demografico, la struttura sociale, la cultura, la situazione economica, la politica, la legislazione, ecc.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta