ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto storia

L’ antifascismo

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’ antifascismo

L’affermazione di regimi totalitari in Europa, portò alla nascita di numerosi gruppi antifascisti, alcuni operavano in clandestinità in patria, ma la maggior parte di essi operava all’estero ed era formata dai partiti politici esiliati dal fascismo.

Fino agli anni ’30 il fronte antifascista rimaneva diviso a causa dei contrasti che esistevano fra:

  • Liberali democratici
  • Cattolici
  • Socialisti
  • Comunisti

E che erano gli stessi contrasti che avevano portato all’avvento del fascismo.

Nel 1927 fu creata dai socialisti e liberali democratici la “ concentrazione antifascista”, a cui non parteciparono i comunisti che ritenevano queste due forze politiche responsabili dell’avvento del fascismo e non ne condividevano il programma:

  • Restaurazione della democrazia
  • Nascita della repubblica

La concentrazione però perse molte adesioni, quando fu fondato da Carlo Rosselli, il movimento “Giustizia e libertà” e per la perdita dell’adesione partito socialista.

Nel 1934 dopo l’avvento del nazismo, di fronte al pericolo di un prossimo conflitto mondiale le forze antifasciste si unirono a comunisti e socialisti e siglarono il patto d’unità d’azione.

Anche l’internazionale socialista e comunista diminuirono i contrasti tra loro tanto che in un congresso del Comintern fu creato il “fronte unico” dei lavoratori. Tuttavia al suo interno rimanevano forti tensioni, date dai cambiamenti al loro interno:

·        Morte di Gramsci              Togliatti leader del partito comunista.

·        Assassinio dei fratelli Rosselli, leaders del movimento “Giustizia e libertà”.

Soprattutto notevoli cambiamenti provocò la salita al potere di Togliatti questo divergeva da Gramsci per:

·        La vicinanza al modello stalinista e al comintern di cui apparteneva al gruppo dirigente

·        Gli obiettivi della lotta antifascista che per Gramsci consisteva nel crollo del fascismo e nella restaurazione della democrazia, per Togliatti nella nascita della repubblica.

Il partito comunista perse adesioni e così il fronte antifascista per il sospetto che fosse diretto da Stalin e per i pochi contatti che aveva con i gruppi antifascisti italiani.

Dopo la morte dei fratelli Rosselli il movimento Giustizia e libertà continuò sotto la guida di Emilio Lussu, che ne accentuò i caratteri socialisti:


Perdita del fronte antifascista

In Italia ci fu una ripresa, soprattutto fra i giovani dell’attività antifascista in seguito a:

  • Guerra civile snola
  • Asse Roma- Berlino 1936
  • Leggi razziali contro gli ebrei
  • Molti giovani fascisti o no formarono dei gruppi clandestini antifascisti.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta