ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto chimica

LEGAME COVALENTE



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LEGAME COVALENTE


Il legame covalente si definisce puro quando due atomi condividono allo stesso modo la coppia di elettroni, cioè passa tanto tempo su un atomo quanto su un altro, perché nessuno dei due ha tendenza ad attrarre la coppia di elettroni. Il legame sarà sicuramente puro quando due atomi sono uguali. Però potrebbe esistere anche tra atomi diversi purchè con la stessa tendenza ad attrarre elettroni.






Il legame è polare quando la coppia di elettroni è più attratta da un atomo che non dall’altro e passa più tempo su un atomo anziché un altro.




Sono legami polari anche l’Ne l’O.







Tra due atomi di elementi diversi sono possibili 3 diverse soluzioni di legame:


  1. I due atomi hanno ugual tendenza ad attirare elettroni e tra di essi si forma legame covalente puro
  2. Tra i due atomi uno dei due potrebbe avere più tendenza dell’altro ad attrarre elettroni su di sé e il legame è covalente polare
  3. Tra i due atomi uno potrebbe strappare l’elettrone all’altro e il legame è ionico.

È dunque possibile prevedere la natura del legame conoscendo l’elettronegatività dei vari elementi. L’elettronegatività è la tendenza di un atomo ad attirare su di sé la coppia di elettroni. Essa è espressa da un numero, i cui valori sono compresi tra un minimo di 0,7 fino a 4, che è il valore massimo. Il valore minimo si trova nel 1° gruppo (basso a sinistra) con il Cesio e il Francio, mentre il valore massimo si trova nel Fluoro. L’elettronegatività diminuisce lungo un gruppo e aumenta lungo un periodo. Per prevedere la natura del legame bisogna vedere la differenza di elettronegatività; infatti, se è alta (superiore a 1,7), il legame è ionico, se compresa tra 1,7 e 0,5, il legame è polare e se è inferiore a 0,5 è quasi puro. Tuttavia se la differenza è 0, il legame è puro.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta