ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto chimica

REAZIONE ESOTERMICA



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

REAZIONE ESOTERMICA

Obiettivo: osservare una reazione esotermica

Strumenti e materiali: base con asta metallica, 2 morsetti, 2 pinze, provetta, becher da 800ml, una lastra di vetro, treppiede, pipetta con aspira pipetta, termometro(da un minimo di -l0°C ad un massimo di 300°C), bacchetta di vetro, cucchiaio, spruzzetta, ossido di calcio(CaO, comunemente chiamato calce viva), acqua distillata(H2O), un uovo.


Per questo secondo esperimento abbiamo utilizzato gli stessi strumenti di quello precedente, quindi, dopo aver preparato il nostro calorimetro, abbiamo inserito nel becher il CaO fino ad arrivare quasi ai tre quarti del volume dello stesso e, inserendo il termometro, abbiamo registrato la temperatura iniziale che, come in precedenza, era 19°C. Dopo aver inserito l’uovo, abbiamo cominciato a versare un po’ per volta l’H2O nel becher, in modo da non far risultare la reazione CaO+H2OàCa(OH)2, secondo cui l’ossido di calcio reagendo con l’acqua si trasforma in idrossido di calcio(o acqua di calce), una reazione troppo violenta, e abbiamo potuto notare che dal becher cominciava ad uscire del vapore acqueo e che la temperatura è cominciata ad aumentare fino ad arrivare a 95°C, temperatura a cui la nostra lastra di vetro è andata in frantumi dopo una leggerissima pressione effettuata dal tecnico di laboratorio con la bacchetta di vetro, nell’intento di agitare il composto per favorire la reazione. Fortunatamente il becher appoggiato sulla lastra di vetro è caduto in modo verticale senza conseguenze ne per i presenti ne per lo svolgimento dell’esperimento. Dopo un po’ di tempo, abbiamo estratto l’uovo e abbiamo potuto constatare che l’uovo si era quasi rassodato del tutto, segno, insieme alla lastra di vetro rotta, della grande quantità di calore liberata. La quantità di calore liberata può essere calcolata conoscendo la massa m e il calore specifico C dell’acqua contenuta nella provetta e l’intervallo T di temperatura che si è avuto durante lo svolgimento della reazione, utilizzando la formula della legge della termodinamica: Q = C . m . ∆T.











Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta