ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto chimica

SISTEMI OMOGENEI ED ETEROGENEI - La distillazione, La filtrazione, Separazione con la calamita



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

SISTEMI OMOGENEI ED ETEROGENEI



Scopo dell’esperienza: scomporre sistemi eterogenei per ottenere sistemi eterogenei con vari mezzi fisici, come la FILTRAZIONE, la DISTILLAZIONE e SEPARAZIONE CON LA CALAMITA.


Aspetti teorici si definisce sistema eterogeneo o meglio miscuglio eterogeneo un sistema costituito da due  o più sostanze pure le cui proprietà variano da un punto all’altro del campione. Mentre si definisce sistema omogeneo (o soluzione) un sistema di due o più sostanze pure le cui proprietà rimangono costanti in ogni parte del campione.


Materiali e strumenti usati:

¯     Apparecchio per la distillazione

¯     Termometro

¯     Fonte di calore

¯     Beuta

¯     Piccolo contenitore

¯     Feltro di carta

¯     Imbuto

¯     Contenitore

¯     Calamita

Sostanze utilizzate:

¯     Vino

¯     Miscela di acqua e sabbia

¯     Campione di sabbia del deserto del Sahara

¯     Campione di sabbia del fiume Ofanto


Procedimento:

- ESPERIMENTO n° 1

La distillazione

La distillazione è una delle principali tecniche di purificazione per la separazione di composti liquidi attraverso un processo di separazione e condensazione. La fase liquida viene portata all’ebollizione per il riscaldamento e trasformata in vapore viene condensato e raccolto come distillato.



Svolgimento:

Versare il vino nella beuta;

Posare la beuta sulla fonte di calore;

Aspettare che la sostanza raggiunga gli 80°C, cioè fino a quando l’alcool non sarà evaporato;

Una volta evaporato l’alcool condensato arriva nel capillare centrale e finisce nel contenitore. Nella beuta resteranno i tannini, cioè i pigmenti che colorano il vino.



ESPERIMENTO n° 2

La filtrazione

La filtrazione è la tecnica che si utilizza per separare i componenti solidi da miscugli liquidi o gassosi. Si utilizzano particolari filtri, in questo caso un feltro di carta, che inseriti in un apposito imbuto permettono per gravità il passaggio della parte liquida, cioè il filtrato, mentre trattengono il residuo solido.



Svolgimento:

Versare sul filtro la miscela di acqua e sabbia;

Mentre il liquido (acqua) passa attraverso i pori della carta, il solido (la sabbia) viene bloccata da essa.


ESPERIMENTO n° 3

Separazione con la calamita

La separazione con la calamita è il metodo più semplice di separazione che consiste nel dividere sostanze ferrose da altre in una miscela.


calamita.jpg


Per comprendere quale sabbia è più ferrosa tra quella del Sahara e quella dell’Ofanto basta notare i due diversi colori che le caratterizzano. Infatti quella dell’Ofanto è più scusa perché è molto più ferrosa.

Svolgimento:

mescolare i due tipi di sabbia;

avvicinare la calamita;

Si può notare che i granelli di ferro si attaccheranno alla calamita, separando così i due tipi di sabbia.   










Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta