ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto chimica

Sintesi degli acidi organici, Biosintesi degli acidi grassi

Sintesi degli acidi organici, Biosintesi degli acidi grassi
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Sintesi degli acidi organici

Formazione degli ossiacidi, chetoacidi e acidi insaturi per ossidazione. La respirazione è la prima fonte di formazione di acidi; nella glicolisi si formano:

ossiacidi: ac. fosfoglicerico; ac. fosfoenolpiruvico

chetoacidi: ac. piruvico

nel ciclo di Krebs si formano:

ossiacidi: ac. citrico, ac. isocitrico, ac. malico



chetoacidi: ac. ossalsuccinico, ac. chetoglutarico, ac. ossalacetico

acidi insaturi: ac. cisaconitico, ac. fumarico

Indipendentemente dalle due vie metaboliche citate (glicolisi e ciclo di Krebs) gli zuccheri se sono ossidati formano acidi; es. acido tartarico si forma per ossidazione dal glucosio.

Formazione di acidi grassi a partire dai lipidi. Dai trigliceridi si possono originare tutti gli acidi in essi contenuti per idrolisi enzimatica.

Sintesi degli acidi organici alifatici a partire dall’acido acetico. Gli acidi grassi alifatici vengono sintetizzati nel citoplasma mediante la biosintesi degli acidi grassi.

Biosintesi degli acidi grassi

Gli enzimi che catalizzano i vari passaggi costituiscono un complesso enzimatico, formato da sette proteine, che va sotto il nome di acido grasso sintetasi o ACP (= Acil Carrier Protein: proteine trasportatrici di acili) caratterizzato dalla presenza di gruppi tiolici SH.

I passaggi della reazione sono i seguenti

Carbossilazione dell’acetil CoA e formazione del malonil CoA; inserimento del malonil CoA su un gruppo solfidrilico SH dell’ACP

ACP

CH3         COOH

ATP ADP | SH SH

C = O + CO2 CH2

|

S CoA                                        C = O

|

S CoA



COOH – CH2 – CO – S

ACP + HS CoA

HS


Contemporaneamente anche l’acetil CoA si lega ad un gruppo SH dell’ACP


COOH – CH2 – CO – S

ACP + HS CoA

CH3 – CO – S



Adesso acetil CoA e malonil CoA sono vicini e attivati dall’ACP e possono reagire pere formare un nuovo legame carbonio – carbonio. Avviene una decarbossilazione e si forma acetoacetil CoA

COOH – CH2 – CO – S CH3 – CO – CH2 – CO – S

ACP + HS CoA ACP + CO2

CH3 – CO – S HS




A questo punto interviene una molecola di NADH2 che riduce il gruppo chetonico a gruppo alcolico



O O H O

| | | | | | |

CH3 – C – CH2 – C – S CH3 – COH – CH2 – C – S

ACP ACP

HS NADH2             NAD HS




Segue una disidratazione con formazione di un doppio legame


H O

| | |

CH3 – COH – CH2 – C – S - H2O      CH3 – CH = CH – CO – S

ACP ACP

HS HS




Interviene un altro NADH2 che satura il doppio legame


CH3 – CH = CH – CO – S                  CH3 – CH2 – CH2 – CO – S

ACP ACP

HS NADH2             NAD HS




Avviene una idratazione stacca le catene carboniose ripristinando il gruppo SH dell’ACP


CH3 – CH2 – CH2 – CO – S + H2O HS

ACP CH3 – CH2 – CH2 – COOH + ACP

HS ACIDO BUTIRRICO HS






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta