ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto diritto

CERTEZZA DEL DIRITTO E MOLTIPLICAZIONE DELLE FONTI : SPUNTI PER UN’ANALISI



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

CERTEZZA DEL DIRITTO E MOLTIPLICAZIONE DELLE FONTI : SPUNTI PER    UN’ANALISI


Principio di certezza + principio di affidamento dei cittadini = principio di equilibro e stabilizzazione del sistema.


CERTEZZA = prevedibilità delle conseguenze giuridiche di atti o fatti, o meglio 1) prevedibilità dell’intervento degli organi competenti a decidere sui casi concreti; 2) prevedibilità delle decisioni giuridiche; 3) sicurezza dei rapporti giuridici come conseguenza della stabilità della regolamentazione (esigenza primaria della vita sociale).


PROBLEMA à c’è il rischio che l’eccesso di stabilità dei rapporti giuridici comprometta la possibilità di considerare gli argomenti per risolvere i singoli casi.


La prevedibilità delle decisioni è garantita da : - conoscibilità e comprensione della legge; - fedeltà dei giudici alla legge; - stabilità della giurisprudenza; - irretroattività della legge.


Il diritto per essere certo deve essere chiaro e coerente in modo da eliminare le possibili antinomie ed essere conoscibile dai destinatari.


Pluralismo delle fonti à aumento delle antinomie à minore conoscibilità della legge (dunque maggiore incertezza) à l’ordinamento diviene non omogeneo, incoerente ed inefficace à compito di coerentizzazione da parte dei giudici.


Per una maggiore chiarezza sono necessarie ma non sufficienti le tecniche di redazione dei testi normativi à idea illuminista dell’800 “poche leggi chiare e semplici da essere conoscibili da tutti i cittadini”.





Quando si parla di chiarezza ci si riferisce al testo normativo ma anche all’esito ottenuto, cioè all’interpretazione che gli viene attribuita dall’interprete, il quale si rifà all’intenzione del legislatore e all’interpretazione letterale. Il diritto ha il ruolo di medium, cioè favorisce l’interagire dei soggetti.


Conflitto tra CERTEZZA e GIUSTIZIA à per ottenere la giustizia occorre : - corretta procedura; - corretta verifica; - corretta interpretazione. La soluzione giusta è quella che meglio soddisfa l’esigenza del caso o gli interessi in questione. La giustizia implica il rispetto del principio di uguglianza. La giustizia prevale sulla certezza, ma è strumentale ad essa.


PRINCIPIO DI CERTEZZA = come ricerca della stabilità e della sicurezza sociale à questo però senza una prevedibilità assoluta, ma bensì legata al caso singolo à di conseguenza il cittadino ha una minore conoscibilità degli esiti (incertezza). La certezza è lo strumento per perseguire il fine-valore della sicurezza. Per ottenere la certezza s ricorre all’individuazione di principi, finalità orientative del diritto. Esiste certezza dove esiste coerenza e stabilità.


IN CONCLUSIONE :

definizione;

collegamento con la solidarità

giustizia

pluralismo delle fonti








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta