ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto diritto

IL CONTRATTO D’APPALTO



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

IL CONTRATTO D’APPALTO


Contratto con il quale una parte (appaltatore) si impegna verso l'altra (committente) a compiere un'opera (ad esempio costruire un edificio) o un servizio (ad esempio ripulire un ufficio) in cambio di un corrispettivo in denaro.

Nell'odierno diritto italiano, l'appaltatore è di norma un imprenditore che impiega capitali propri, organizzando i mezzi e le persone necessarie e assumendosi personalmente il rischio. Ciò lo distingue dalla ura del lavoratore autonomo (l'artigiano, il prestatore d'opera ecc.), che presta personalmente la propria opera e ha diritto perciò a un compenso. Il committente approva l'opera prestata dall'appaltatore dopo un collaudo e l'appaltatore deve garantire che la sua opera sia priva di difetti.


OBBLIGHI APPALTATORE


  • Egli ha l’obbligo di realizzare in prima persona l’opera, con ogni responsabilità. Può decidere di affidare i lavori a terze persone, in questo caso si parla di SUB APPALTO.

  • Fornire tutti i materiali necessari per realizzare completamente l’opera.

  • Eseguire l’opera a “regola d’arte” rispettando tutte le norme che interessano i lavoro che esegue.

  • Consentire al committente le opportune verifiche durante lo svolgimento dei lavori.

  • Prestare garanzia per le difformità o i difetti che l’opera presenta a fine lavori.

OBBLIGHI COMMITTENTE





  • Ha l’obbligo di saldare l’importo pattuito alla stipula del contratto, per la realizzazione dell’appalto. Esistono due tipi di amento:
    • A CORPO: il amento avviene a lavoro completato, quindi si tiene conto di dell’opera nella sua totalità.
    • A MISURA: il saldo avviene tenendo in considerazione le singole spese per la realizzazione.

REVISIONE

Accede, a volte, che il contratto d’appalto si dilunghi nel tempo, quindi possono variare i prezzi dei materiali che occorrono alla realizzazione; in questo caso si effettua un adeguamento dei prezzi con l’azione della revisione.






3.1 APPALTO DI OPERE PUBBLICHE

In questo particolare appalto il committente è un “ente pubblico” (comune, provincia . ). Invece l’appaltatore viene designato in base a un’asta pubblica, in cui le ditte interessate alla messa in opera fanno la loro offerta. Si va a scegliere, infine, la ditta con il criterio della Media Ponderata (tra tutte le offerte ricevute si eliminano, la più eccessiva e la meno eccessiva, tra quelle rimaste si fa la media generale) la ditta che si è avvicinata di più all’esito della media avrà vinto l’appalto.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta