ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto diritto

IL PRINCIPIO DI LEGALITA’



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

IL PRINCIPIO DI LEGALITA’.

Il principio di legalità è uno dei cardini degli ordinamenti costituzionali contemporanei che derivino dallo Stato liberale; al pari della separazione dei poteri e della riserva di legge, si propone di limitare la discrezionalità di chi esercita la sovranità, così da garantire i singoli e l’intero sistema da una utilizzazione arbitraria del potere.

Esso ha una valenza generale, anche se riguarda, in modo particolare, i rapporti tra la legge e l’attività attuativa della pubblica amministrazione (vedi art. 97. Costituzione). La sua valenza generale lo rende estensibile nei confronti dell’attività giurisdizionale e della stessa attività legislativa: anche la legge, in un ordinamento retto da una Costituzione rigida ( avente una forza giuridica superiore alle fonti primarie) trova limiti formali e sostanziali nella norma costituzionale.

In riferimento alla giurisdizione, si può richiamare tanto l’art. 25, quanto l’art. 101 Costituzione. In riferimento alla legislazione, l’art. 134 della Costituzione.

L’art. 97 Costituzione pone una riserva di legge per l’organizzazione dei pubblici uffici: questo articolo richiama il principio di legalità, per cui ogni potere amministrativo (in quanto in grado di incidere sulle posizioni soggettive dei cittadini) deve essere previsto dalla legge; e le modalità del suo esercizio devono essere oggetto di una predeterminata e rigida disciplina normativa:

In base al principio di legalità, ogni evoluzione degli organi dello Stato deve trovare il proprio fondamento e i suoi limiti in una norma previa.

La CONFORMITA’ di un atto a una norma costituisce il parametro in base al quale distinguere tra atti LEGITTIMI o ARBITRARI, tra comportamenti regolari o azioni abusive. LEGALITA’ Gli atti, per essere legali, non devon come COMPATIBILITA’ essere contrari o INCOMPATIBILI della norma con le norme poste dalle leggi. Gli organi dello Stato sono tenuti come CONFORMITA’ a emanare solo gli ATTI PREVISTI DALLA LEGGE.



Legalità in senso FORMALE: gli atti che un organo pone devono avere UNA BASE LEGALE, nel rispetto delle procedure e delle forme previste.

Legalità in senso SOSTANZIALE: impone alla legge di determinare (non solo la base) ma i CONTENUTI SOSTANZIALI della materia: in tal caso,il principio di legalità finisce per vincolare lo stesso legislatore.

Corollario del principio di legalità: il principio di GIUSTIZIABILITA’:cioè, adeguati strumenti di difesa che i singoli possono attivare contro atti per bloccarne gli effetti temporaneamente o in via definitiva (art. 24 e 113 Costituzione).

Connesso al principio di legalità è quello della TIPICITA’ degli atti giuridici; cioè, ogni atto giuridicamente rilevante ha una FORMA PROPRIA, diversa da quella degli altri; ad es. : una legge costituzionale è posta secondo la procedura di cui all’art. 138 Costituzione, una legge ordinaria secondo gli articoli. 72 e 73 della Costituzione e dai regolamenti parlamentari; un regolamento governativo, secondo la legge numero 100 del 1926 e la legge numero 400 del 1988.

Secondo il principio della TIPICITA’, gli atti giuridici: norme, atti amministrativi, decisioni giudiziarie. ATTI NORMATIVI Leggi costituzionali, di revisione Costituzione . Leggi primarie, atti aventi forza di legge. Regolamenti.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta