ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto diritto

LIBERTA’ DI PENSIERO, LIBERTA’ DI STAMPA



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LIBERTA’ DI PENSIERO


Art. 21 Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.


Esiste un limite a questa libertà e viene chiamato buon costume cioè il comune sentimento sociale relativo alla morale.


Limite di rispettare i diritti altrui             reati di opinione CALUNNIA: incolpare una persona

innocente

DIFFAMAZIONE: offendere la reputazione altrui



Non riguardano i

parlamentari perché

sono titolari di

immunità



LIBERTA’ DI STAMPA


L’ art. 21 parla anche della libertà di stampa:

-La stampa non è soggetta a censure, non è sottoposta ad alcuna forma di controllo prima di essere messa in circolazione.


STAMPA        può essere sequestrata successivamente, su ordine del giudice, se la pubblicazione ha violato le norme di legge riserva di legge L’opera di stampa può

riserva di giurisdizione essere oggetto di

sequestro solo nei casi

stabiliti dalla legge in

base a un mandato

giudiziario.


Nel 1981 è stata approvata dal Parlamento una legge in base alla quale nessuno può essere proprietario di giornali quotidiani la cui diffusione è complessivamente superiore al 20% del totale nazionale, in modo che nessuno possa trovarsi a dominare l’informazione e a influenzare l’opinione pubblica.





SERVIZIO RADIOTELEVISIVO


SERVIZIO RADIOTELEVISIVO          mezzo di comunicazione più potente ed efficace

Prima del 1976         possibilità di trasmettere programmi radiotelevisivi RAI monopolio






-Nel 1976 si liberalizzò l’emittenza privata accanto a quella pubblica, limitandola a un espansione locale. (corte costituzionale)


-Il 6 agosto 1990 venne emanata la legge Mammì che prevedeva 3 reti RAI + 3 reti MEDIASET,  si venne a creare una situazione di duopolio


-Nel maggio del 2004 venne emanata la legge Gasparri che prevedeva l’avvio della televisione digitale terrestre e doveva essere resa disponibile al 70% della popolazione entro il 1° Gennaio 2005. Questa legge non permette il duopolio di RAI e MEDIASET


Il SIC (sistema integrato delle comunicazioni) è il settore economico che comprende tutte le attività attraverso cui si realizza la comunicazione: stampa di quotidiani, TV, internet .

Nessun operatore può conseguire ricavi superiori al 20% delle risorse complessive né può controllare più del 20% dei programmi televisivi o radiofonici attraverso frequenze terrestri con tecnologia digitale.


L’ AUTORITA’ PER LE GARANZIE NELLE COMUNICAZIONI  ha il compito di accertare la formazione di posizioni dominanti, tali da pregiudicare il pluralismo e disporre le conseguenti sanzioni.












Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta