ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto fisica

CIRCUITI ELETTRICI



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

CIRCUITI ELETTRICI


Il circuito elettrico è l’ insieme di componenti elettrici attivi (generatori, pile, dinamo, accumulatori..) e passivi (resistenze elettriche), di conduttori di collegamento, nei quali circoli corrente elettrica.

La relazione che collega la differenza di potenziale ai capi di un tratto di conduttore con la corrente elettrica che lo attraversa è data dalla 1a legge di Ohm: DV / I = cost

La costante di proporzionalità è detta resistenza elettrica del conduttore R e si misura in W

Il valore di R dipende (2a legge di Ohm) dalla lunghezza e dalla sezione del conduttore secondo la legge:             R = r l/s

La costante r, resistività del conduttore, dipende dal materiale.

Le misure di ddp vengono effettuate mediante voltmetri inseriti in parallelo nel circuito.

Le misure di intensità di corrente vengono effettuate mediante amperometri inseriti in serie nel circuito.

Per entrambi devono essere rispettate le polarità a meno che non si tratti di strumenti a zero centrale.

L’inserimento di questi strumenti di misura nel circuito altera il circuito stesso poiché essi stessi assorbono energia elettrica nel funzionamento. Tale alterazione è limitata dal fatto che:

- gli amperometri possiedono una resistenza interna molto bassa e quindi provocano una piccola caduta di potenziale;

- i voltmetri possiedono una resistenza interna molto alta e pertanto assorbono poca corrente elettrica rispetto al ramo con cui sono in parallelo.

Il valore della resistenza interna degli strumenti è indicato sullo strumento.


L’inserimento degli strumenti può essere con:

1) l’amperometro “a monte”: provoca una notevole errore nella valutazione di I ed è conveniente solo per valori di resistenze molto piccole (R<10W : in tal caso Iv<<Ix e quindi Ix I

I Ix

A

Iv


G + V Rx

-




T



2) il voltmetro “a monte: è più utile per valori di R>10 W; in tal caso l’errore si presenta nella misura di V in quanto essa comprende la caduta di tensione VA ai capi dell’amperometro; essendo però Rx grande rispetto alla resistenza interna dell’amperometro, la ddp ai suoi capi sarà Vx>>VA e quindi Vx V                                                                                  

VA

A



G + V V Rx Vx

-


T







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta