ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto fisica

Ottica Geometrica



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LABORATORIO DI FISICA


RELAZIONE N.                                                                                       TITOLO: Ottica Geometrica


SCOPO DELL’ESPERIENZA


Verifica delle leggi sulla riflessione della luce.                       


APPARECCHI E MATERIALI


Base regolabile

Blocco di polistirolo

Foglio bianco



Specchio piano

Chiodi

Corpo ottico (trapezioidale)

Matita

Squadrette

Righello

Goniometro


SCHEMA DI MONTAGGIO




B



A


E A: chiodini

C B: specchio

C: polistirolo

D: base regolabile

E: foglio





D










ESECUZIONE DELL’ESPERIENZA


Fissare un foglio formato A4 che divida il foglio in due parti uguali (ura 10).

Montare un piccolo specchi su un pezzo di legno e appoggiatelo sul foglio facendo coincidere il bordo dello specchi con la linea finale del polistirolo.

Piantare un chiodino sulla base di polistirolo in un punto piuttosto lontano dallo specchio.

Guardando nello specchio con un occhio solo, si vedrà l’immagine del primo chiodino; piantare ora un secondo chiodino in un punto qualsiasi ma più vicino allo specchio.

Spostare il punto di osservazione in modo che il secondo chiodino nasconda l’immagine del primo.

Mantenere questo punto di osservazione e piantare un terzo chiodino che nasconda sia il secondo che l’immagine del primo.

Togliere lo specchio e tracciare la linea che passa per i punti in cui sono stati piantati il secondo e il terzo chiodino e prolungatela fino ad incontrare la linea che corrispondeva al punto in cui si trovava prima lo specchio.

Tracciate la retta che congiunge il primo chiodino con il punto in cui si incontra la linea dello specchio con la linea che congiunge il secondo e il terzo chiodino.

Tracciare la perpendicolare dal punto in cui si incontrano le tre linee tracciate.

Misurare i due angoli formati (angolo di incidenza e di riflessione).


TBELLE,CALCOLI


GRAFICI ALLEGATI NUMERO: 1



Linea dello specchio

Chiod.2


i r





Chiod.3



Chid.1 n



Analisi dei dati e risultati ottenuti


L’angolo di incidenza è risultato uguale all’angolo di riflessione, per il principio degli specchi piani.

Infatti, si parla di riflessione quando la luce colpisce una superficie perfettamente piana come un specchio.

L’immagine che si è formata dietro lo specchio è detta immagine virtuale, è una caratteristica degli specchi piani, che si verifica perché l’occhio attraverso un’elaborazione mentale localizza al di là dello specchio l’immagine in una posizione simmetrica rispetto alla sorgente reale.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta