ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto geografia

LE ERUZIONI



ricerca 1
ricerca 2
Seleziona una categoria

LE ERUZIONI

paragrafi:

  1. COS' E' UN'ERUZIONE VULCANICA?
  2. PERCHE' AVVENGONO LE ERUZIONI?
  3. DOVE AVVENGONO LE ERUZIONI?
  4. COME POSSONO ESSERE LE ERUZIONI?

COS' E' UN' ERUZIONE VULCANICA?

Un'eruzione vulcanica consiste nell'emissione di magma sulla superficie terrestre. Nel punto in cui avviene l'eruzione si forma un vulcano. In genere i vulcani hanno la forma di un rilievo, percorso nel centro da un condotto all'interno del quale risale il magma. Lo sbocco all'esterno del condotto è detto cratere.

Il magma è formato da un liquido con temperature intorno a 1.000-l.200C, che si forma per fusione di materiale contenuto nel mantello terrestre. Insieme al liquido si trovano anche cristalli solidi e gas.

Il componente chimico più abbondante di molti liquidi magmatici è la silice. La molecola della silice è formata da un atomo di silicio e da due atomi di ossigeno (SiO2). Le molecole di silice tendono a legarsi fra loro, formando lunghe strutture dette catene polimeriche. Per questa caratteristica, un magma con molta silice tende a essere più viscoso, cio meno fluido, di uno che ne contiene poca. Un magma fluido può liberare il gas prima di arrivare in superficie più facilmente di uno viscoso.



I gas contenuti nel magma sono di diversi tipi, ma in genere il più abbondante è il vapore acqueo. Questo è detto iuvenile quando si forma insieme al magma per la fusione di minerali che contengono acqua. Vapore acqueo di origine esterna può aggiungersi al magma quando questo, risalendo verso la superficie, intercetta falde acquifere sotterranee. Altre fonti di vapore esterne sono la vegetazione e i corsi d'acqua esistenti su terreni attraversati dai prodotti di un'eruzione.

Grandi quantità di vapore acqueo sono prodotte nelle eruzioni che avvengono su vulcani ricoperti di neve o da ghiacciai o quando avvengono all'interno di laghi e mari poco profondi. Il contatto tra magma e acqua esterna provoca reazioni diverse a seconda della quantità di acqua. Se è relativamente poca provoca esplosioni, se è abbondante può arrivare a raffreddare il magma.

Quando l'emissione di magma in superficie è quasi continua per lunghi periodi, l'attività di un vulcano è detta persistente. Numerosi vulcani hanno eruzioni sporadiche, separate una dall'altra da lunghe fasi di quiescenza o di ridotta attività.

Durante le eruzioni la quantità di magma emesso può variare di molto. Le grandi eruzioni sono quelle meno frequenti e, su uno stesso vulcano, hanno tempi di ritorno molto lunghi, cio si ripetono a distanza anche di centinaia di anni.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta