ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto geografia

ZAMBIA

ZAMBIA


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

ZAMBIA

Già protettorato britannico con il nome Rhodesia del nord, lo Zambia ha fatto parte, dal 1953, di una federazione con la Rhodesia del sud( oggi Zimbabwe) e il Niassa( oggi Malawi), diventando indipendente nel 1964. Da allora la vita politica del paese è stata a lungo dominata da Kenneth Kaunda, capo del partito unito dell'indipendenza nazionale(UNIP). Nel 1991 si sono svolte libere elezioni politiche, conclusEsi con la vittoria dell'MMD( movimento per una democrazia moltipartitica). Il nuovo governo ha avviato un programma di democratizzazione del paese è di progressiva liberazione dell'economia.

Il territorio e la popolazione

Il paese occupa una serie di altipiani attraversati dallo Zambesi. La maggioranza della popolazione è composta da bantu; piccole minoranze degli originari abitanti della regione(pigmei, boscimani, ottentotti) vivono nelle zone più aride del paese. La lingua ufficiale è l'inglese, affiancato nell'uso comune da numerosi idiomi locali. La religione più diffusa è quella cristiana; una buona parte della popolazione(27%) segue culti animisti. Lo Zambia è uno degli stati dell'Africa meridionale in cui è più alto il livello di urbanizzazione( la popolazione urbana ammonta al 42%). La capitale, Lusaka(982.000 abitanti) è il principale centro industriale e commerciale del paese.




L'economia

Lo Zambia è un paese ricco di risorse minerarie, che alimentano un notevole flusso di esportazioni. Il prodotto principale è il rame, i cui maggiori giacimenti sono concentrati nella regione al confine con lo Zimbabwe. Le industrie principali sono quelle legate alla lavorazione del rame e di altri prodotti minerari. Altre industrie operano nei settori alimentare, tessile, chimico, meccanico. L'agricoltura, per molti anni trascurata dal governo a favore dell'industria, è poco sviluppata in rapporto alle potenzialità del paese. Solo il 7% del territorio è coltivato e lo Zambia deve fare ricorso a massicce importazioni per soddisfare il fabbisogno alimentare interno. Tra le colture principali si ricordano quelle del mais, del tabacco, della canna da zucchero, del cotone.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta