ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

Aldo Palazzeschi (1885-1974)

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Aldo Palazzeschi (1885-l974)

Tra i venti e i venticinque anni pubblica poesie che seguono le “regole” crepuscolari, poi inizierà a creare opere di tipo futurista.

Le tendenze crepuscolari sono  evidenti nel tono semplice e ingenuo e nel rifiuto della tradizionale identità di poeta-vate.

Palazzeschi si immerge nella vita e tenta di recuperarne gli aspetti di irrazionalità e di gioco; la semplicità e ingenuità del poeta vanno ricondotte ad una volontaria regressione all’infanzia in cui l’abolizione dell’io adulto corrisponde al rifiuto della poesia adulta, cioè seria ed ufficiale, in modo da raggiungere la matrice più autentica della vita.

Nella corrente futurista egli vede la possibilità di rinnovamento della cultura e dei costumi, volendo far riaffiorare il ritmo imprevedibile, vario e irrazionale della vita.

Palazzeschi sa che non è più possibile guardare al poeta come un portatore di verità e di valori nella società, quindi il rapporto conflittuale tra poeta e pubblico è un tema ricorrente.

L’atteggiamento anarchico e provocatorio, incarnato nelle ure del clown e del saltimbanco, corrisponde ad una sfida verso l’ipocrita convenzionalismo borghese e, insieme, al recupero della dimensione giocosa e trasgressiva dell’arte. Da ciò il tono irrisorio dei suoi versi, il loro andamento narrativo e mimico più che lirico, vicino piuttosto alla dimensione spettacolare che alla riflessione intimistica.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta