ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto italiano

Guido Gozzano (1883-1916)



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Guido Gozzano (1883-l916)

Il modello d’annunziano viene rovesciato e respinto dal poeta, anche se assume una grande importanza. Anche in Gozzano, come in D’Annunzio, si ritrova il binomio arte e vita, che si fondono insieme anche se con risultato completamente diverso: l’arte è una consolazione privata che ria il poeta delle sue frustrazioni sociali ed esistenziali e lo protegge dal mondo, e cioè l’arte prende il posto della vita come un sostituto insufficiente e misero.

Gozzano rifiuta la poesia come valore, in quanto secondo lui non è in grado di affermare nessun significato positivo, né di indicare prospettive presenti o future agli uomini.

Egli decide di fare della letteratura il luogo nel quale la consapevolezza della inutilità e dell’anacronismo della letteratura stessa è al massimo grado e per ciò scrivere significa prendere in giro se stessi.




Le strutture metriche e strofiche sono assolutamente regolari e tradizionali, ma numerosi elementi hanno la funzione di ironizzare tale classicità, come la ripetizione di uno stesso termine così che la regolarità metrica sembri casuale, l’introduzione di enjambements che mettono in contrasto la naturalezza del racconto e l’artificiosità de metro, l’uso di rime eccentriche. All’interno dei suoi testi che sono spiccatamente narrativi, utilizza molte parti parlate. Si assiste ad un generale inquadramento dei termini e delle strutture sintattiche alti entro coordinate stilistiche medio-basse, il poeta non rinuncia al linguaggio letterario di D’Annunzio e Pascoli ma adotta l’antidoto dell’ironia.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta