ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

LA BARCA GIALLA, GIUSEPPE BUFALARI

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

TITOLO DEL LIBRO: LA BARCA GIALLA


AUTORE: GIUSEPPE BUFALARI


EDIZIONE


AMBIENTE

il racconto è ambientato in un villaggio di pescatori sulle coste dell’Argentario, in Toscana, ma le esperienze più significative sono vissute nelle acque verdi e azzurre del fondo marino.


PERSONAGGI



Enrico è il protagonista.

E’ un ragazzo lio di un corallino. Ama molto il mare e la sua passione è andare sott’acqua ad esplorare il fondo marino. E’ coraggioso e spensierato ma, con la sua scelta finale, dimostra di essere anche maturo e responsabile.


Daniela è una ragazzina che conduce una vita ricca e comoda; arriva un giorno su uno yacht e fa amicizia con Enrico. Hanno in comune l’amore per il mare, per la natura, per le piccole cose e una grande voglia di scoprire, di esplorare.


Alalonga è il padre di Enrico. E’ un corallino, ma non può lavorare perché non ha una barca. Insegna ad Enrico il suo mestiere.

Quando riesce ad avere la barca, la tinge di giallo. E’ felice di poter lavorare; è sicuro che Enrico lo aiuterà.


Elisabettina è la sorellina di Enrico. E’ simpatica, affettuosa; vuole molto bene al fratello e con lui si sente protetta. Anche lei ama le piccole cose della natura.


Filomena è la zia di Enrico. Ella si occupa delle faccende domestiche. E’ grassa e veste sempre di nero; è molto chiacchierona e racconta al ragazzo storie fantastiche.


Acquafina è il e di Enrico. E’ un vecchio pescatore, proprietario della barca che Alalonga vuole acquistare. E’ un uomo di poche parole, ma gentile e generoso; vuole molto bene al ragazzo.


Cola Pesce è un personaggio fantastico: il re del mare. Si dice che sia mezzo uomo e mezzo pesce. Enrico, nelle sue avventure sottomarine, spera di incontrarlo.


La ricciola è un piccolo pesce che accomna sempre Enrico nelle sue esplorazioni. E’ la sua amica fedele.


CONTENUTO

un ragazzo di nome Enrico scopre nel mare un mondo nuovo. Qui incontra un’amica: una ricciola viola e blu che lo accomna nelle sue avventure. Sott’acqua costruisce una casa per sé e per il pesciolino, dove nasconde tutti i tesori trovati nel mare.

Un giorno, su uno yacht, arriva una ragazza di nome Daniela. I due diventano amici e insieme vivono bellissime avventure in quel mondo sottomarino che entrambi amano. Dopo poco tempo, però, la ragazza deve ripartire per andare sulle coste dell’Africa. Enrico vorrebbe partire con lei, ma non trova il coraggio di parlare con il padre. E’ trattenuto dall’amore per la famiglia, per il suo paese, per la terra dove è nato . .

PERCHE’ IL TITOLO “LA BARCA GIALLA”?

La barca gialla è il filo conduttore del libro, il sogno di Alalonga, la sicurezza per il futuro, una delle cose che trattengono Enrico. Fin dal primo modulo l’uomo l’ha desiderata. Ogni sera andava al porto ad osservare il peschereccio in disarmo di Acquafina. Avrebbe voluto comprarlo e riadattarlo al mestiere di corallino.

Impareresti il mestiere. Sarebbe un’altra vita - dice ad Enrico.

Quando riesce ad ottenere la barca, Alalonga la aggiusta e la tinge di giallo. Essa rappresenta, per lui, la sicurezza di un lavoro, il suo futuro e quello del lio.


I TEMI DEL LIBRO SONO

l’amicizia   - tra Enrico e la ricciola

- tra Enrico e Daniela;


la solidarietà                            - tra Alalonga e Acquafina;


gli affetti famigliari                   - tra Enrico ed Elisabettina

- tra Enrico e Alalonga



- tra Enrico e la zia;


il lavoro  e la lotta per -Alalonga butta le bombe per prendere i pesci;

la sopravvivenza                     -gli uomini delle lampare aspettano per molto tempo

l’emigrazione delle sarde, “il loro pane”;

- Alalonga non può lavorare, perché non ha la barca;

- i grossi rischi del mestiere di corallino (“ . La vita può

dipendere da un manometro . .”);


il senso dell’avventura                    - i viaggi sottomarini di Enrico;

- la ricerca di Cola Pesce;

- la prima scesa a corallo del ragazzo;


la scelta di Enrico                           - partire con Daniela per un viaggio sulle coste

dell’Africa;

- restare al suo paese, con la sua famiglia e diventare

corallino come suo padre.


Enrico vorrebbe partire con Daniela . .invece rimane.


CHE COSA TRATTIENE ENRICO?

Enrico subito è pieno di entusiasmo e progetta con Daniela questo viaggio meraviglioso. Piano piano, però, la sua sicurezza inizia a vacillare. Egli è trattenuto da tante piccole e grandi cose:

La famiglia (Elisabettina con la febbre alta, la mamma e la zia molto preoccupate, il babbo che gli parla della prossima pesca del corallo . .).

I pescatori, amici del padre (dicono ad Alalonga che è fortunato ad avere un lio come Enrico).

Il senso del dovere (non ha il coraggio di lasciare il padre che ha tanti progetti per lui).

La sua terra il paese dove è nato (la costa rocciosa, il mare, la gente, gli amici . ).

Il suo lavoro di corallino (andare sott’acqua, pescare il corallo con suo padre . ).

La barca gialla.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta