ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

LA LEGALITA

LA LEGALITA
Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LA LEGALITA:



Da decenni ormai la società corre all’impazzata verso una destinazione sempre più vicina a ottenere la massima resa con il minimo sforzo spesso anche a discapito dei rapporti interpersonali e di tutti quei valori di civiltà e convivenza che hanno fatto si che l’uomo potesse giungere a importanti traguardi, come l’abolizione della schiavitù o il trionfo su due differenti ideali raggiunto solo un ventennio fa con l’abbattimento del Muro di Berlino o ancora l’abolizione dell’apartheid, i diritti alle persone di colore negli USA che dimostrano che con costanza e forza di volontà, se coesa, una società può abbattere degli ostacoli all’apparenza insuperabili e ottenere una propria libertà.

Ora, con il continuo evolvere della società che non sembra avere freni, valori indispensabili ci vengono portati via pezzo dopo pezzo senza che noi ce ne accorgiamo più di tanto, forse perché troppo impegnati a non perdere il passo con il resto del mondo o per chissà quale altro motivo.

Al di la di tutto ciò una cosa è certa:  la direzione intrapresa ultimamente non è quella corretta e dobbiamo rendercene conto prima di raggiungere il punto di non ritorno che di questo passo non dista più molto. Come un bellissimo albero che viene lentamente indebolito e seccato dai parassiti, la nostra società è attaccata da mali che sembrano essere inguaribili. Questi mali si chiamano mafia, droga, intolleranza, indifferenza, solo per citarne alcuni dei peggiori, ma ce ne sono un’infinità.



Per poter affrontare con serenità questi problemi è per prima cosa necessaria una buona dose di ottimismo, un po’ di fantasia per poter immaginare un futuro diverso e tanta volontà. Per poter ottenere questi semplici, ma a volte dimenticati elementi, sicuramente è necessario coltivarli nella propria intimità e farli crescere difendendoli anche facendo dei sacrifici che saranno solo un piccolo prezzo da are paragonati al risultato finale che è già quasi raggiunto una volta impresso nella mente del singolo.

Un cambiamento va anche fatto per cercare, non più di trovare il modo per commettere un illecito senza farsi scoprire, ma piuttosto di pensare alle conseguenze delle azioni che intraprendiamo talvolta con troppa superficialità e leggerezza. Dobbiamo iniziare a capire che il guidare ubriaco con la macchina piena di amici di ritorno da una festa non è una cosa di cui vantarsi il giorno dopo al bar, il fatto di “fumare” o utilizzare droghe pesanti non è una via di uscita ai problemi quotidiani, noi, ognuno di noi, è più forte di quello che crede se ha il desiderio di raggiungere un traguardo. Certo non è facile fare tutto da soli ma non sempre si può contare sugli altri in certi casi, in particolar modo in tutte quelle situazioni in cui ci si sente la “pecora nera” a cercare di ribellarsi a un sistema come ad esempio la mafia che riesce a insinuarsi utilizzando metodi brutali e violenti nella vita di tutti coloro che per paura o per convenienza stanno al gioco.

Ogni essere umano su questo pianeta ha qualcosa nella vita a cui non rinuncerebbe mai, chi la famiglia, chi un ideale, oppure una passione, beh, tutte cose che sottintendono che ci debba essere libertà per poter essere create e portate avanti, proprio quella libertà che rischiamo di perdere continuando a fingere di non vedere i problemi e ad accettare tutto quello che ci viene imposto senza ribellarci a questo sistema che ormai si basa sempre più su valori effimeri e secondari come il denaro e la smania che porta le organizzazioni criminali a porli come valori superiori a quello di una vita umana.

Come un cane che si morde la coda, torniamo di nuovo al discorso di partenza. Proprio sui problemi che si possono avere nel tenere il passo con la società basa la sua forza la criminalità, approfittando delle debolezze accentuate da condizioni di vita disperate che portano l’essere umano a comportarsi in modo altrimenti inaspettato, o peggio ancora una vita che ti da molto ma dopo un po’ inizia ad annoiare . e allora ecco che si tenta di scoprire il brivido del proibito, una, due, mille volte fino a perdere il controllo.



Senza dubbio delle leggi più severe, o meglio delle leggi con meno scappatoie e applicate con più decisione potrebbero essere un valido deterrente, anche se il migliore deterrente è la nostra capacità di pensare che ci differenzia dagli animali che talvolta sono più umani di noi. Un predatore infatti uccide per vivere o se si sente minacciato, non per puro divertimento o per sfizio come spesso può fare l’uomo.

La possibilità di cambiare le cose c’è, è sempre stata li ma nessuno, o quantomeno pochi riescono a coglierla e a farne tesoro.

Forse è il caso di fermarci un attimo a riflettere prima di costruire una società che è gia marcia nelle fondamenta e rischia seriamente di crollare da un momento all’altro.

Questo non vuol dire che di colpo ci sveglieremo una mattina e tutto sarà diverso, i “furbetti” ci saranno sempre o almeno ancora per molto tempo ma se vengono isolati, sradicati dal sistema e messi in condizione di non nuocere non creano più un problema per la società.

L’importante è che ciascuno di noi abbia la volontà di fare qualcosa per cambiare, ognuno a modo suo ma con impegno e determinazione con ogni mezzo a disposizione, e la storia ci insegna che tutto ciò è possibile e anzi doveroso da parte di tutti noi, se non per noi stessi almeno per le persone a cui teniamo e quelli che verranno dopo di noi.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta