ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

L’OMBRA DEL VENTO CARLOS RUIZ ZAFÓN

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’OMBRA DEL VENTO

CARLOS RUIZ ZAFÓN
















AUTORE




Carlos Luiz Zafòn nasce a Barcellona nel 1964. Attualmente vive a Los Angeles dove è impegnato nell’attività di sceneggiatore, collaborando abitualmente con le ine culturali di “El Paìs” e “La Vanguardia”.

La sua carriera di romanziere inizia nel 1993 quando pubblica “Il Principe Della Nebbia” e successivamente antri tre romanzi diretti al pubblico giovanile: “Il Palazzo Della Mezzanotte”, “Le Luci Di Settembre” e “Blu Marino”.

Nel 2001 pubblica quello che si è dimostrato un successo in tutto il mondo, tradotto in trenta lingue e pubblicato in quaranta paesi, ottenendo la conquista di milioni di lettori e numerosi premi internazionali: “L’Ombra Del Vento”.














OPERA


CONTENUTO:

Tutta la storia verte attorno ad un libro, un libro misterioso scritto da un altrettanto misterioso autore di nome Julian Carax, che si nasconde come un’ombra nella notte cercando ogni copia dei propri lavori per bruciarla. Questo libro è il perno che fa ruotare attorno a se tre generazioni di persone. È l’emblema di una passione magica e struggente che intreccia i destini dei due protagonisti. Julian è una ura presente fin dall’inizio della storia anche se invisibile e sfuggente, un uomo che si nasconde tra la propria storia, che si rivela via via che le ine scorrono in un vortice di colpi di scena.

La voce narrante è quella di un ragazzino, Daniel, che seguiremo dall’adolescenza fino alla vita adulta.

Il tutto comincia nell’estate del 1945 a Barcellona quando il proprietario di una libreria, alle prime luci del mattino, conduce il lio undicenne, Daniel, al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo segreto, pieno di misteri nel cuore della città vecchia nel quale vengono raccolti migliaia di volumi di cui il tempo ha cancellato ogni traccia e ricordo.

È qui che il giovane entra in possesso di un libro maledetto che lo condurrà in un labirinto di misteri e intrighi legati alla ura del suo autore, Julian Carax, e da tempo sepolti nell’anima oscura della città. Avventurandosi nella vita difficile e drammatica di Julian, Daniel inseguirà per anni il fantasma di questo scrittore, scoprendo che qualcuno vuole a tutti i costi distruggere ogni copia dei suoi libri. Dal passato emergono storie di amori impossibili, di amicizie assolute, di follie omicide e un segreto nascosto tra le mura di una villa abbandonata del Tibidabo.

Una storia in cui il protagonista trova a poco a poco numerosi similitudini con la propria vita, una storia che lo guida nei passi della propria esistenza attraverso i luoghi di una Barcellona dal doppio volto, quello degli ultimi splendori del modernismo e quello tetro, opprimente, dal fascino cupo  del franchismo; attraverso persone legate a sé stesso e a Julian; attraverso i bagliori di un passato inquietante che si rivelano sul presente.








PERSONAGGI:

DANIEL SEMPERE: lio del proprietario di una libreria in via Santa Anna a Barcellona. Viene catapultato nel mondo di uno scrittore della vecchia Barcellona. Pronto a rischiare la propria vita per seguire ogni sua traccia, si trova a combattere con il ricordo dello scrittore tanto che la sua vita comincia a seguire parallelamente il percorso di quella vissuta anni prima da Julian. Daniel, ormai protagonista di un passato riflesso nel presente cercherà in tutti i modi di far tornare al presente l’unico particolare che ancora si nasconde nell’ombra del passato: il segreto custodito in una villa abbandonata.




JULIAN CARAX: scrittore condannato ad essere dimenticato che comincia la sua vita nella vecchia Barcellona modernista al fianco di una famiglia disastrata dal rancore del padre. Cresciuto con l’unica prospettiva di dover diventare cappellaio come il padre, incontra nel suo cammino una famiglia dell’alta società che lo conduce nel proprio mondo alla scoperta dell’amore. Progettata la fuga con la lia del suo salvatore, si vede costretto a scappare da solo. Vivendo nella convinzione che la sua amata stesse crescendo felice nel proprio mondo, scrive libri in una soffitta di Parigi. Al suo ritorno a Barcellona, dopo la scoperta che la giovane Penelope era stata lasciata morire da sola, dopo il parto con il loro lio tra le braccia, decide di cancellare ogni traccia di sé stesso bruciando ogni singola copia dei propri lavori. Il suo fantasma gira per la città cercando il giovane Daniel per potergli sottrarre l’ultima copia del suo libro. Entra così anche lui nella vita del protagonista rivivendo in lui le sue stesse esperienze, e riuscendo alla fine a ritrovare la capacità di scrivere e di tornare in vita.


GUSTAVO BARCELò: proprietario di una libreria e membro della crema dell’unione dei librai, passa le giornate al Els Quatre Gats riunendosi con il fiore della società acculturata del tempo. All’inizio è seriamente interessato al volume trovato da Daniel al Cimitero dei Libri Dimenticati, ma col trascorrere del tempo entra anche lui nella vicenda che vede protagonista il piccolo Daniel e lo asseconda consigliandolo sulle scelte e sulle orme da seguire per evitare i guai e arrivare a scoprire dove si trova lo scrittore misterioso.


FERMIN ROMERO DE TORRES: barbone conosciuto da Daniel in una delle tante disavventure vissute, successivamente aiutante alla libreria dei Sempere, ex carcerato nel castello di Montjuic ed eccellente spia della prima guerra civile. Conduce Daniel alla scoperta di importanti segreti che alla fine li portano assieme alla conclusione del libro.

PREMI:

Oltre all’entusiasmo di migliaia di lettori e all’applauso dei critici, questi sono i premi che L’Ombra Del Vento ha raccolto nel mondo:

SPAGNA: premio del fondamento Lara di Jose Manuel al libro più ammirato dai lettori,

STATI UNITI: libro più originale della Biblioteca di New York, premio Gumshoe, premio Barry, premio Joseph-Beth e premio dei librai del Davis,

FRANCIA: premio Livre de Poche 2006 al miglior libro straniero, Prix du Scribe, Prix Michelet, Prix du San Emilion,

OLANDA: premio dei lettori,

NORVEGIA: Ordine di Bjornson al merito letterario,



CANADA: premio dei librai del Canada/Quebec,

BELGIO: premio del miglior libro dell’anno votato dai lettori (2006),

REGNO UNITO: Finalist dorato, premio del libro Nielsen Ottakar, premio dei lettori britannici 2006,

PORTOGALLO: Prize Varzim de Povoa.


CRITICHE:

SUNDAY TIMES: uno dei rari romanzi che uniscono un diagramma brillante a una scrittura sublime.

LE ARO: il miglior libro dell’anno. Irresistibile. Accessibile ad ognuno, un regista della tradizione del romanzo i cui segreti si susseguono come gli anelli di una catena.

INTRATTENIMENTO SETTIMANALE: certamente L’Ombra Del Vento è meraviglioso. Una costruzione abile e meticolosa con una dominazione straordinaria della lingua. Una lettera d’amore alla letteratura diretta ai lettori rimasti entusiasti dalla descrizione relativa al giovane protagonista.

RE DELLO STEPHEN: se qualcuno pensava che il romanzo gotico fosse morto nel XIX secolo, questo libro gli farà cambiare idea. Un romanzo pieno di segreti e splendore. Nelle mani di Zafon, ogni scena sembra essere uscita da una delle prime pellicole di Orson Welles.

L’INVESTIGATORE DI FILADELFIA: ancora una volta ho trovato un libro che dimostra quando meravigliosa sia la libertà e la ricchezza del romanzo che ha tutto: seduzione, rischio, vendetta e mistero incastrati come mattonelle nella forma abile dell’autore. Zafon sorpassa la straordinarietà di Charles Dickens.

TELEGRAFO DI DOMENICA: immensamente bello. L’umore, il terrore, la politica romanzesca sono dosati molto bene . l’effetto dell’insieme è assolutamente soddisfacente. Le quattrocento ine del libro scorrono con rapidità incredibile.

L’ALBERINO DI WASHINGTON: tutti quelli che amano i romanzi mescolati da suspance, tragedia, passione dovrebbero correre alla prima libreria per acquistarlo. Realmente dovrebbero farlo.

VICE CANCELLIERE TEDESCO: lascerete tutto da lato e leggerete durante tutta la notte, non desidererete lasciarlo fino alla fine.

TELEGRAFO QUOTIDIANO: un componimento classico.

TIMES DI NEW YORK: uno spettacolo di successo e magia scritto dal romanziere snolo Carlos Ruiz Zafon.

L’AVANGUARDIA: L’Ombra Del Vento annuncia un successo di letteratura popolare snola.

IL MONDO: le ine di Ruiz Zafon vengono assorbite in due giorni da chiunque decida di leggerle. Il talento narrativo di questo uomo devasta.

HAMBURGER ABENDBLATT: magia pura, è un’altra forma per descrivere questo romanzo. Storia e scrittura, diagramma e carattere, personaggi e profili, tutto perfetto. La scrittura è speciale come l’aroma di un profumo sparso. E questo aroma resterà molto tempo nelle manti dei lettori.

L’OSSERVATORE: tutto è straordinario e falsificato. Lo stile abbaglia, il romanzo è atmosferico, seduttivo.

IL GIORNALE: assorbente,, immaginativo e solidamente costruito. Il piacere di recuperare nella lettura l’adolescente che abbiamo perso dentro di noi.

LETTERATURA DI BERLINO: L’Ombra Del Vento ha tutto ciò che un romanzo deve avere: amore, morte, odio e amicizia. Non è strano che si sia trasformato nel libro dell’anno.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta