ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto italiano

La visita alla casa del nespolo, dei Malavoglia

La visita alla casa del nespolo, dei Malavoglia


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

La visita alla casa del nespolo, dei Malavoglia

COMPRENSIONE (SINTESI):

TRAMA: E’ la storia di una famiglia di pescatori ,i Toscano, soprannominati appunto Malavoglia che vivono in un minuscolo paese sulla costa orientale della Sicilia negli ultimi decenni dell’Ottocento. Ma il romanzo di Verga è anche la storia di tutta Aci Trezza, perché sono tutti gli abitanti del paese, caratterizzati da soprannomi curiosi che raccontano ogni vicenda, che commentano ogni avvenimento o comportamento. I malavoglia possiedono una barca la Provvidenza,che fa naufragio perdendo il carico di lupini acquistato dal nonno e con il quale perde la vita Bastianazzo,lio di padron ‘Ntoni, inizia così una lunga serie di sventure per tutta la famiglia. Per risarcire il debito del nonno è necessario vendere la casa del Nespolo, Luca secondo lio di Bastianazzo perisce nella battaglia di Lissa e la vedova Maruzza muore di colera. ‘Ntoni frequenta cattive comnie entrando nel contrabbando e finisce in galera, Mena non si potrà sposare a causa delle pessime condizioni economiche con Alfio, Lia se dopo essere fuggita di casa ,alla morte del vecchio Padron ‘Ntoni la famiglia si può definire smembrata,rimane solo Alessi per continuare il lavoro del nonno e riacquisire la casa del Nespolo poiché ‘Ntoni si allontana lasciando il paese.




SINTESI Bastianazzo ha perso la vita nel naufragio della Provvidenza durante il trasporto del carico dei lupini e la gente del paese si reca alla casa dei Malavoglia per la tradizionale visita alla famiglia. I discorsi dei personaggi permettono di cogliere la grettezza e l’insensibilità del mondo paesano nei confronti del dramma vissuto da padron ‘Ntoni e dai suoi familiari. Si delinea fin dall’inizio del romanzalo scontro tra due mondi e di due mentalità: da un lato la famiglia dei Malavoglia che si ispira ai valori etici puri e ideali, dall’altro la comunità del paese che riduce il cinico utilitarismo e la logica dell’egoismo, riflessi in una città regolata dal meccanismo della lotta per la vita.

ANALISI TEMATICA:

All’inizio del brano verga non pone in primo piano la disperazione della comunità per la morte di un suo membro,ma pone l’aspetto economico della vicenda che si rivela prioritario rispetto alla dimensione umana e affettiva del lutto. A partire dal ritratto dello zio Crocifisso fino al coro de voci che si intrecciano nella casa del nespolo durante la visita per il lutto,questo aspetto economico ritorna. Si fanno i conti in tasca ai Malavoglia ,si stima il valore della casa e mena si compiange perché resterà zitella. La sequenza narrativa è occupata dal coro popolare del villaggio,con la sua mentalità insensibile. La sequenza successiva porta in scena i Malavoglia con il dolore, l’onesta e la dignità.

ANALISI FORMALE:

Durante la narrazione Verga non esprime mai esplicitamente i propri giudizi.
Con “I Malavoglia” Verga voleva evidenziare i problemi apportati in Sicilia dal progresso e dall’industrializzazione.
Il racconto è narrato in terza persona e l'autore non si rivolge mai direttamente al lettore o a altre persone. Il linguaggio usato da Verga è molto speciale e vicino al nostro modo di parlare. Può essere definito speciale perché è un incontro tra il siciliano e l'italiano. Quindi sono conservate alcune espressioni siciliane. Narrando le disavventure della famiglia dei Toscano, cioè di una famiglia il cui quasi unico sostentamento era la pesca. Il romanzo rivela così, attraverso la storia della famiglia Toscano, e di fatto di tutto il paese, il tramonto di una civiltà.Ma allo stesso tempo segna l'ascesa di un'altra era, quella basata sul progresso, un progresso che migliora le condizioni di vita delle persone ma che fa nascere in loro futili desideri, che spesso conducono alla rovina.Il linguaggio adottato da Verga per il proprio romanzo risulta particolarmente efficace e, anche se in un primo momento può apparire complesso, si rivela in realtà semplice e piacevole. Ma Verga riesce con questo speciale linguaggio, che fonde il siciliano con l'italiano, a conferire al romanzo un grande realismo ed a salvaguardare la neonata unità della penisola anche dal punto di vista linguistico.Il narratore è interno al racconto, infatti sembra confondersi con i personaggi e appena può lascia la parola ai paesani che descrivono i fatti sotto il loro punto di vista, come quando lascia che siano loro a spiegare la morte di Bastianazzo, senza aggiungere nessuna descrizione o commento personale.



INTERPRETAZIONE E CONTESTUALIZZAZIONE:

Verga coglie la realtà del suo tempo perciò punta sulla cultura e sul modo di pensare dei pescatori.

Personalmente il racconto è molto interessante,soprattutto perché evidenzia un periodo storico importante del nostro Paese, mi ha leggermente turbato l’incredibile susseguirsi di eventi negativi della storia una fatta da gente comune. Anche se  Verga raggiunge il suo scopo rappresentando la realtà così com’è, mostrandocela nella sua integrità. Questo racconto mi è piaciuto molto dandomi l’esempio di chi anche in condizioni avverse va sempre avanti,anche se il risultato poi non è completamente quello sperato.








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta