ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto italiano

NOI, ADOLESCENTI IN UN MONDO DI IPOCRISIA: sognatori ma REALISTI!



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

NOI, ADOLESCENTI IN UN MONDO DI IPOCRISIA: sognatori ma REALISTI!



<<L’amicizia è “rara avis” [1] e non deve essere condizionata in alcun modo>> recita un detto latino. Nel corso dei miei pochi anni di vita, ho compreso che trovare un vero amico è veramente molto difficile, non perché non ci sono persone che mi conoscono abbastanza bene, ma semplicemente perché sono poche quelle che si danno completamente all’amicizia, quelle che per amicizia sono disposte a tutto, quelle che sono sempre pronte ad aiutarti, quelle che credono sempre in te, quelle che ti amano senza interesse, incondizionatamente .

<< L’uomo è un animale politico>> diceva Aristotele e pertanto << l’amicizia è cosa necessaria per la vita>> (op. cit. Etica Nicomachea, libro VIII, cap. I). L’uomo ha bisogno di vivere in comunità, di confrontarsi con altre persone, di qualcuno che gli dia appoggio e sicurezza e chi potrebbe se non* un vero amico?



Dice ancora Aristotele: << ai giovani l’amicizia è d’aiuto per non errare>>. Io credo, infatti, che l’amicizia sia molto importante, soprattutto durante il periodo dell’adolescenza, contrassegnato da dubbio e insicurezza, che possono sparire solo grazie all’aiuto di un vero amico, come mette chiaramente in evidenza il film “L’attimo fuggente”.

Nel film, ambientato in un college americano, un gruppo di ragazzi trova nel professor Keating un grande amico, che con esempi e paragoni li aiuta a trovare il coraggio per superare le loro paure, guardare le cose da nuovi punti di vista, riuscire a mostrare se stessi ed infine crescere, crescere con una mente aperta, libera dai vincoli che la società moderna c’impone, crescere con intelligenza e giudizio. Perché l’amicizia è crescere insieme, a volte sbagliando, ma anche rimediando ai propri errori e con la sicurezza che in ogni caso ci sarà sempre qualcuno pronto ad aiutarci e a credere in noi.

L’ amicizia è credere in qualcuno e sostenerlo in qualunque situazione*, anche se questo può comportare delle rinunce, concetto perfettamente espresso nel libro di Valerio Massimo Manfredi “L’impero dei draghi”, in cui un gruppo di legionari, sfuggiti alla prigionia persiana, seguono il proprio comandante fino in Cina, sostenendolo nell’impresa di scortare il giovane imperatore cinese nel suo regno ormai in balia di una tremenda tirannia, e andando incontro alla morte solo per amicizia e lealtà.

Certo, anche un vero amico può deluderci*, può sbagliare, ma l’amicizia non è anche saper perdonare ed essere comprensivi nei confronti di chi amiamo?

Tutti meritano una seconda possibilità, in fondo errare è umano, e alla base dell’amicizia devono esserci la fiducia e la consapevolezza che anche se un vero amico ti pugnalerà alle spalle (deluderà?) non lo farà mai con cattiveria e se l’amicizia finirà la colpa sarà sempre di entrambe le parti

Chi ama una persona può farla soffrire, ma non con intenzione, perché la stessa frase o azione stupida, detta o commessa dalla persona di cui ci fidiamo avrà sempre un effetto più forte per noi ed un significato maggiore di quella pronunciata o commessa da una qualsiasi altra persona, questo è sicuramente un dato di fatto!



Inoltre, per esperienza personale, posso affermare che ogni amico perso è come un pezzetto di cuore che se ne va, perché il legame d’amicizia può essere più forte di quello con la famiglia, perché <<l’amicizia tra parenti deriva dalla natura, ma difetta di sufficiente stabilità. Ecco perché l’amicizia è superiore alla parentela: dalla parentela può venir meno l’affetto, dall’amicizia No. Senza l’affetto, l’amicizia perde il suo nome, alla parentela rimane>> (op. cit. Cicerone, De amicizia, libro V, par. 19).

In conclusione, io penso che l’amicizia vera non si trovi solo nei libri, ma è un’opportunità che ognuno di noi può avere, se solo riesce a cogliere al volo quel “attimo fuggente” che si presenta forse solo una volta nella vita, se solo riesce a trovare quella persona in grado di accettare tutti i nostri difetti, in grado di farci sentire liberi di esprimere noi stessi. Probabilmente questo è solo un sogno irrealizzabile, forse quasi impossibile, ma è un sogno che ognuno di noi porta nel cuore, la speranza di trovare qualcuno che sa come si sogna, proprio come noi . Ed è proprio questo che facciamo noi giovani d’oggi, che nonostante le delusioni e le tragedie che colpiscono la nostra vita, speranzosi continuiamo a tendere la mano a chiunque riesce a superare la nostra diffidenza, consapevoli che un giorno, forse tra uno, o dieci, o anche venti anni, quella persona arriverà, e non per convenienza o per interesse, ma semplicemente per dare un nuovo valore alla nostra vita.




Rara avis: (dal latino) uccello raro







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta