ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto italiano

Neorealismo

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Neorealismo

Nasce come movimento filosofico tendente a rivalutare l’esistenza obiettiva del reale, soprattutto contro il soggettivismo della filosofia idealistica. In quanto corrente artistica e letteraria sviluppa, con moderna sensibilità, richiami ai principi e ai modi del realismo. Con questo termine, genralmente, s’intende la presenza, nelle opere, di uno stile che privilegia la fedele rappresentazione della realtà, o comunque qualcosa capace di suscitare, nel lettore, un forte senso di realtà. Più precisamente si individua nel realismo, il periodo storico – letterario, che si sviluppa nel 19° sec., prima in Francia e poi nel resto d’Europa.

Tornando a parlare di Neorelaismo è neccessario dire che con questo termine si identifica la corrente narrativa, che inizia il suo sviluppo in Italia intorno al 1930 (a cavallo tra la pubblicazione de “Gli indifferenti”, 1929 e di “Tre operai”, 1934). Nasce dall’esigenza di avere una rappresentazione estremamente analitica, drammatica, cruda, introspettiva di una condizione umana travagliata dall’angoscia dei sensi, dalle convenzioni della vita borghese, dalla noia e precarietà dell’esistenza, dovuta al travaglio storico del tempo. La corrente si apre via via alla critica dei costumi, ad un rinnovamento sociale maturato durnate la resistenza. Oltre alle narrazioni di carattere cronachistico e alle opere strettamente proandiste, molta importanza è data a quelle cose che scaturiscono dal ricordo dell’infanzia, dal richiamo ai primordi, da ciò che è memoria in generale. La narrativa neorealista varia nei diversi scrittori: da essere “sliricata”,  risolta in personaggi, ambienti e situazioni (come si vede in Moravia), in certi casi perfino documentaria fino a divenire narrativa sostanzialemtne “lirica” (Conversazione in Sicilia di Vittorini).

Anche nell’arte si parla di questo movimento. Prevalentemente si sviluppa nel secondo dopoguerra, come reazione al “formalismo” dell’arte urativa dell’arte non impegnata socialmente e dell’arte astratta. Gli artisti sentono il bisogno di ricondurre l’arte a forme di immediata comunicazione e a contenuti storicamnete più attuali.

Persino i registi risentono di questa corrente, conosciuta nell’ambiente anche come neoverismo. Essi si propongono di rappresentare la vita nei suoi aspetti più umani, senza idealizzazioni o abbellimenti estetico – letterari, da poter dare una rappresentazione della vita nella sua cruda realtà.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta