ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto italiano

Scheda del film “Sogno di una notte di mezza estate”



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Scheda del film “Sogno di una notte di mezza estate”.                                 


TITOLO: Sogno di una notte di mezza estate.


CONTESTO STORICO: durante una notte d’estate, intorno al 1800.


AMBIENTAZIONE: l’azione ha luogo principalmente in un bosco.


PROTAGONISTI:

  • Ermia: lia del nobile Egeo.
  • Lisandro: giovane innamorato di Ermia.
  • Elena: giovane innamorata di Demetrio.
  • Demetrio: promesso sposo di Ermia.
  • Oberon: capo degli Elfi.
  • Titania: fata regina della notte.
  • Puck: aiutante di Oberon.

PERSONAGGI MINORI:

  • Teseo: duca
  • Ippolita: fidanzata di Teseo
  • Comnia di attori.

BREVE TRAMA

Alla corte di Atene stanno per celebrarsi le nozze fra il Duca d'Atene, Teseo, e la Regina delle Amazzoni, Ippolita. Davanti al Duca compaiono il nobile Egeo, sua lia Ermia, e i giovani Demetrio e Lisandro: Ermia e Lisandro si amano, ma Egeo ha promesso in sposa sua lia a Demetrio, e, per la legge di Atene, Ermia deve accettare la decisione di suo padre oppure diventare monaca. Il Duca concede ad Ermia tempo fino al suo matrimonio con Ippolita per decidere.

Lisandro ed Ermia rimangono soli e decidono di fuggire da Atene per sposarsi dove le leggi della città non possono raggiungerli. Si incontreranno di notte in un bosco, poco lontano da Atene. Sopraggiunge Elena, un'amica di Ermia che è innamorata di Demetrio, il quale però la sdegna perché è a sua volta invaghito di Ermia. Venuta a conoscenza del progetto di fuga di Ermia e Lisandro, Elena decide di informarne Demetrio, sapendo che quest'ultimo inseguirà Ermia nel bosco e lo rincorrerà a sua volta.



Nel bosco, si incontrano il re delle Fate, Oberon, e la regina delle Fate, Titania, con i rispettivi seguaci. Fra i due non c’è amicizia, perché Titania ha preso per sé come gio un principino indiano, di cui Oberon avrebbe voluto fare un cavaliere al proprio servizio. Poiché Titania rifiuta di cedergli il gio, Oberon decide di vendicarsi: manderà il folletto Puck a procurargli un certo filtro d'amore, con il quale Oberon bagnerà gli occhi di Titania dormiente: al suo risveglio, la regina si innamorerà del primo essere vivente che vedrà. Oberon inoltre incarica Puck di stregare Demetrio con lo stesso filtro, affinché s'innamori di Elena. Ma Puck, per errore, versa il filtro sugli occhi di Lisandro, il quale, così, s'innamora lui di Elena.

Oltre ai giovani amorosi e al popolo delle fate, nel bosco di Atene vi è un terzo gruppo di personaggi: si tratta di una comnia teatrale improvvisata, composta da artigiani ateniesi che provano un dramma da rappresentare a Corte la sera delle nozze. Per prendersi gioco di loro, Puck tramuta la testa di uno degli artigiani, Bottom, in una testa d'asino: ed è proprio di Bottom che, svegliandosi, Titania s'innamora.

Oberon e Puck assistono divertiti agli equivoci e alle baruffe generati dai loro incantesimi sugli amanti ateniesi, dopodiché il re delle fate (che, nel frattempo, ha corretto in parte l'errore di Puck, facendo innamorare Demetrio di Elena) fa calare una fitta nebbia e, addormentatisi di nuovo i quattro giovani, libera Lisandro dall'incantesimo: al risveglio, Lisandro tornerà ad amare Ermia, mentre Demetrio amerà Elena e tutti e quattro torneranno ad Atene credendo di aver solo sognato. Dopo aver ottenuto da Titania il suo gio, Oberon libera anche lei e Bottom dai loro rispettivi incantesimi. L'ultimo atto della commedia mostra gli artigiani ateniesi rappresentare comicamente e goffamente la loro pièce a Corte, dopo la celebrazione delle nozze fra Teseo e Ippolita, Elena e Demetrio, Lisandro ed Ermia.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta