ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

Cyrus



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Cyrus, rex persarum factus, subasta Asia et universo oriente in potestatem redacto, Scythis bellum infert. Erat eo tempore regina Scytharum Tamyris, quae, adventu hostium territa, quamvis de transitu Araxis fluminis hostes prohibere posset, transire permisit, quo faciliorem pugnam intra terminos sui regni sibi redderet et hostibus fugam difficiliorem. Postero die, Cyrus, simulato metu quasi castra deserere statuisset, magnam ibi vini cibique copiam reliquit. Ad eum insequendum Tamyris mittit aqdulescentolum filium qui, ignarus rei militaris, omissis hostibus, cum in eorum castris diu mansisset, sinit barbaros vino insuetos ebrios fieri. Sed Cyrus, cum per noctem revertisset, ebrios opprimit omnesque Scythas cum reginae filio interficit.


Ciro, divenuto re dei persiani, sottomessa l’Asia e ridotto tutto l’oriente sotto il suo controllo, dichiara guerra agli sciiti. In quel tempo era regina degli sciiti Tamiri che, spaventata dall’arrivo dei nemici, sebbene potesse impedire ai nemici il transito del fiume Arasse, permise il transito, affinché nei suoi confini rendesse la guerra più facile a se e più difficile la fuga ai nemici. Il giorno dopo finta la paura come se avesse stabilito di lasciare l’accampamento lasciò li una grande quantità di vino e di cibarie. Per seguirlo Tamiri mandò l’adolescente lio il quale, inesperto nell’arte della guerra, trascurati i nemici, essendo restato a lungo nel loro accampamento permise ai barbari non avvezzi al vino di ubriacarsi. Ma Ciro,essendo ritornato durante la notte, sorprese gli ubriachi e li uccise tutti compreso il lio della regina.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta