ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

GIOVE PUNISCE UN ASTUTO MERCANTE



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

GIOVE PUNISCE UN ASTUTO MERCANTE


Un ricco mercante era<caduto in una grave malattia. Mentre era malato, ogni giorno pregava Giove in questo modo: “ Giove, dio grande e onnipotente, padrone di tutte le cose, padre degli dei e degli uomini , ti prego: ridai a me la salute, poichè devo condurre i miei affari. Quando sarò guarito a te offrirò il sacrificio di molti buoi. Giove il mercante, ma quello non rispettò la promessa, perché era pienamente avaro, e ingannò Giove: infatti al posto di veri buoi offrì al dio molte statuette di buoi fatte di cera. Giove, adirato dall’astuzia del mercante, punì l’uomo ingrato con un’astuzia simile. Mandò Mercurio in terra che nel sonno disse al mercante: “ domani sulle coste del mare ci sarà un opportunità di grandi guadagni. Il mercante, attratto dalla speranza di guadagno, all’alba si alzò dal letto e accorse alla costa del mare, dove i pirati lo catturarono e lo vendettero come schiavo e fecero molti guadagni. In questo modo il crudele mercante ò la pena della sua astuzia.










Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta