ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

L'Amphitruo di Plauto



ricerca 1
ricerca 2
Seleziona una categoria

L'Amphitruo di Plauto


TRAMA:

La vicenda si svolge a Tebe (città indicata da Plauto come marittima); Giove, camuffatosi da Anfitrione, mentre questo era occupato in una guerra contro i Teleboi, ne approfitta per godersene la moglie Alcmena.

Mercurio assume le sembianze dello schiavo Sosia ,anche lui assente,per reggere il gioco al dio padre;Alcmena non si accorge dell'inganno.Quando tornano il vero Anfitrione e il vero Sosia, anche loro si trovano presi nel raggiro di Giove.

Di qui nascono reciproche accuse e scompigli fra moglie e marito,finché Giove confessa il suo adulterio.

Ogni cosa alla fine si aggiusta ed Alcmena partorisce due gemelli.


PERSONAGGI PRINCIPALI:




Anfitrione ( dux),marito di Alcmena,razionale e severo.

Sosia (servus), la sua ura riassume la classica funzione del servo petulante e protervo che si diverte a ridere alle spalle del padrone,malizioso,furbo, astuto e spesso irriverente.

Giove (deus),il più grande per potenza degli dei dell'Olimpo nella sua consuetudinaria veste di adultero

Mercurio (deus),lio del grande Giove,astutissimo e suo complice divertito nell' impersonare la ura del "servus currens"

Alcmena (matrona) Personaggio tragicomico,inquietante , onesta e sicura delle sue azioni soffre realmente quando viene accusata ingiustamente d'adulterio


PERSONAGGI SECONDARI :


Bromia (Ancilla), serva fedele ,e emozionata al racconto che fa della nascita dei due gemelli .E' il personaggio che e solo alla fine della commedia ,ma il cui racconto è uno dei più istruttivi esempi del lento passaggio dalla commedia euripidea alla commedia nuova (la Nea)

Blefarone (gubernator),timoniere di Anfitrione,chiamato a stabilire chi sia il vero dux non riesce a distinguere chi sia fra i due che gli stanno davanti.ura comica.



BATTUTE COMICHE:


Già nel primo atto inizia il gioco dei malintesi ,protagonisti i due "servi",Mercurio e Sosia. es.



Merc. = . Mi pare un secolo che ieri avete steso a dormire quei quattro uomini . "

Sosia= "Dio, che paura ho di diventare . Quinto invece di Sosia! . "


Merc.="Certo qui parla non so chi"

Sosia="Siamo salvi,non mi vede:dice che parla Nonsocchì:io invece mi chiamo Sosia"


Sosia="E se mi inganni?"

Merc.="E allora Mercurio se la pigli con . Sosia."




LO SPETTATORE DEL III SEC.A.C. A CONFRONTO CON LO SPETTATORE DEL 2000 D.C.,la commedia sarebbe riproponibile?


Il periodo storico in cui Plauto operò dominando le scene romane era appunto un periodo per il quale non si può ancora parlare di una consapevole e ben organizzata cultura letteraria.

Ottimati e plebe ,che la cultura non aveva ancora distanziato gli uni dall'altra, si appassionavano ugualmente ad un teatro che camuffava giocosamente e piacevolmente,in forma di Atellana e di farsa musicale, l'equilibrata commedia Attica nuova in cui la cultura dell'ethos era uno dei fondamenti originari.

La nuova forma di teatro portata sulle scene da Plauto diventò come lo specchio della mentalità di quel pubblico alla buona,che era ancora pregno di una forza vitale primitiva.

Un pubblico che andava pazzo per uno spettacolo in cui si dava sempre maggiore importanza alla recitazione a sfondo musicale,dove si dava spazio ai dialoghi più surrealisticamente assurdi,in cui l'insistenza sugli errori,sugli equivoci ecc . Altrettanta importanza veniva dato al gusto delle ingiurie reciproche ,della prolungata reticenza ,ecc . . Il teatro di Plauto è uno spazio mentale, è la sede in cui si crea un'illusione. Più che un luogo fisico da raggiungere, quindi, è un luogo mentale che l'attore concretamente, per mezzo di gesto e parola, ed il commediografo virtualmente, per mezzo dell'immaginazione poetica, devono rappresentare .

Allora perché non riproporre ad un pubblico,si più esigente,ma anche più preparato ,una commedia dove il gioco sottilissimo del surreale viene creato da uno fra i più grandi "illusionisti "dell'arte teatrale?



GIUDIZIO DELLA LINARES:

E' un lavoro pregevole per la validità delle argomentazioni,la chiarezza concettuale ed espositiva. Avrei voluto ,però, che ci fosse un maggior numero di battute









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta