ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

L’IRA É COME UNA PAZZIA



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

L’IRA É COME UNA PAZZIA


Pertanto certuni tra gli uomini sapienti indicarono l’ira come una breve pazzia; infatti, in maniera uguale, è incapace di frenare se stessa, si dimentica del decoro, è immemore delle necessità, è tenace e attenta in ciò che ha cominciato, è preclusa alla ragione e ai consigli, è sommossa da futili motivi, è incapace a distinguere tra giusto e vero, è molto simile alle macerie, che sono abbattute su ciò che travolgono. Allora, affinché tu sappia che coloro che l’ira possiede non sono sani, osserva lo stesso aspetto di quelli; infatti, come uno sguardo sfrontato e minaccioso, una fronte aggrottata, un volto truce, un andamento sconnesso, le mani inquiete, un colorito alterato, un respiro affannoso e veloce sono sintomi certi della pazzia, così sono medesimi i segni dell’ira: gli occhi sono accesi e strabuzzati, molto rossore diffuso per il volto, a causa del sangue che affluisce dal fondo del cuore, le labbra tremano, i denti digrignano, i capelli si drizzano e si arricciano, il respiro forzato e ansimante, il suono delle articolazioni che si contorgono, i gemiti e i muggiti e il modo di esprimersi precipitoso con suoni poco chiari e le mani battute insieme più spesso e pestata la terra con i piedi e il corpo tutto proteso ed esprimente grandi e irose minacce, il viso orrendo e brutto alla vista di coloro che si contorgono e si gonfiano d’ira – non sapresti se il difetto sia più detestabile o più deforme. Gli altri (sott. difetti) si possono nascondere e mantenere in segreto: l’ira trapela e si manifesta in volto.











Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta