ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

LIVIO ANDRONICO, MACCIO PLAUTO

LIVIO ANDRONICO, MACCIO PLAUTO


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LIVIO ANDRONICO


  • Greco di Taranto
  • Liberto- professore presso la famiglia di Livio Salinatore
  • Intellettuale legato al potere centrale
  • Forte tentativo di grecizzare i romani –processo di assimilazione dei modelli greci da parte dei romani
  • Teatro à tragico(coturnatae) àcomico
  • Traduzione artistica dell’Odissea àIMPORTANTE
  • Giove e Giunone Regina
  • La nobilitas dà un riconoscimento ufficiale a Livio Andronico, molto valore






TEATRO:

Livio Andronico introduce il teatro greco

Predilige i miti troianiàper la connessione di discendenza di Roma da Troia(Enea)


TEATRO TRAGICO:


  • COTURNATAE(calzare alto del teatro greco)àtragedie di mito greco
  • PRETESTAE(tuniche romane)àtragedie di argomento romano

MITO:


Pateticità ,più vicino a quello di Euripide

Miti troiani



TEATRO COMICO:


  • PALLIATAE(mantello greco)àambiente greco,in Grecia si possono ambientare situazioni più comiche “Pergrecare”(ridere alla greca) àebbero più successo
  • TOGATAEàambiente romanoàmeno successo


Traduzione artistica dell’Odissea :

  • Odisseo si confaceva meglio alla mentalità romana
  • L’Odissea si adeguava meglio al popolo romano
  • Romanizzazione di alcuni termini
  • Versione dall’esametro al saturnio

MACCIO PLAUTO


NOTIZIE BIOGRAFICHE


CERTE:

Città natiaà Sarsina (Cato Maior)

Nacque prima del 250 a.C.

Morì nel 184 a.C.

Notizie riportate dal “Brutus” di Cicerone


DUBBIE:


“tua nomina” Tito Maccio Plautus

nelle commedie sono presenti altri due nomi Maccus e Plautus ànomi d’arte


Autore di origini popolari(servusà conobbe la schiavitù)

Giustapposizione tra i personaggi e la sua vita,le sue esperienze

“Vortere barbarae”àvertere(arcaismo)àreinterpretare àbarbari(i Latini non parlavano il greco)

Contaminatioàsi rendevano inservibili i modelli (definito “plagio” imitare due volte lo stesso modello)


I RAPPORTI CON I MODELLI GRECI


Plauto rielabora le commedie greche

Simili:

i modelli

l’ambientazione

trama


INNOVAZIONI:

contaminatio

musica e danza

ricchezza e varietà metrica


ELEMENTI PLAUTINI:


Riferimenti ad usi e costumi romani

Parodia dello stile tragico latino



Ampio spazio alla “Vis Comica” --> forza dello scherno,della battuta

|

tratta dalla Farsa Latina


METATEATRO (TEATRO NEL TEATRO):


Parete aperta tra l’attore e lo spettatore

Scarsa attenzione alla verosimiglianza della trama

Rottura dell’illusione scenica

Interesse per la battuta, gli attori parlano di fatti romani in una commedia di ambientazione greca



TEATRO:

Luogo della fantasia

Rovesciamento della realtà

Clima Carnevalesco



TRAMA à caratterizzata sempre dallo stesso intreccio in (quasi) ogni commedia


PERSONAGGI TIPICI:


Adulescens

Servus

Senex

Donne( più spesso cortigiane)



ANTAGONISTI:


Lenone

Soldato

Padre


Spettacolo da gusto elementare, destinato ad un pubblico non colto (plebe)



CLIMA CARNEVALESCO DELLE COMMEDIE PLAUTINE (saturnale) :


ura del servo, “re” per burla

Sospensione del tempo reale

Ribaltamento delle parti ed inversione dei rapporti sociali

Tono esasperato,volutamente eccessivo

Rottura dell’ordine prestabilito

Parodia dell’alto ed esaltazione del basso (ventre ,sesso, percosse)

Riscoperta della fisicità



CONCLUSIONE à Il mondo alla rovescia (tipico del Carnevale)


(vedi --> Amphitruo )

TERENZIO


  • Affrancato da Terenzio Luciano
  • Scrisse solo sei commedie
  • Con Terenzio inizia il “teatro più serio”
  • Non ebbe successo
  • Da parte di Terenzio vi è la tendenza alla verosimiglianza della trama
  • Caratterizzazione dei personaggi
  • La trama gli serve per la caratterizzazione psicologica del personaggio
  • Si fonda molto sul concetto dell’ HUMANITAS (concetto tipico del Circolo degli Scipioni)                         |

Atteggiamento di solidarietà verso gli uomini


“Io sono un uomo e sono legato al mio simile nel nome della comune Umanità                                                      |

Rivalutazione dei buoni sentimentià tipico dell’uomo greco

Cesare lo chiama “Menandro a metà”







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta