ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

La fondazione di Alessandria [da Curzio Rufo]



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

La fondazione di Alessandria [da Curzio Rufo]

Alexander, cum Mareoticam paludem, non longe ab insula Pharo, vidit et loci naturam consideravit, primum insulam elegit ut urbem novam conderet. deinde, quod insula magnae sedis capax non erat, elegit urbi locum ubi nunc est Alexandria; ut nomen urbi imponeret, appellationem traxit ex auctoris nomine. Macedonum more, polenta futurorum moenium orbem descripsit sed avium greges advolaverunt et polentam ederunt. multi dixerunt: Triste omen est ; sed vates, ut regem confirmarent, responderunt: Ibi advenarum frequentia habitabit et Alexandria multis hominibus alimenta praebebit . Post urbis aedificationem ita commigraverunt, Alexandri iussu, multi finitima rum regionum incolae et magna multitudo novam urbem implevit.




Traduzione:

Alessandro, quando vide la palude egizia, non lontano dall’isola di Paro, ed esaminò la natura del luogo, dapprima scelse l’isola per fondare una nuova città. Poi, poiché l’isola non era adatta ad un grande sito, scelse per la città il luogo dove ora c’è Alessandria; per dare il nome alla città, trasse il nome dal fondatore. Secondo l’usanza dei macedoni, tracciò con la farina il cerchio delle mura future ma, uno stormo di uccelli volarono e mangiarono la farina. Molti dissero: È un triste presagio ; ma gli indovini, per rincuorare il re, risposero: Lì abiterà una moltitudine di stranieri e Alessandria offrirà gli alimenti a molti uomini . Così, dopo la costruzione della città per ordine di Alessandro, molti abitanti delle regioni confinanti, e una grande moltitudine, riempì la nuova città.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta