ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

Le Metamorfosi di Ovidio



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Le Metamorfosi di Ovidio



Le Metamorfosi sono considerate essere l’opera-capolavoro di Ovidio, divise in 15 libri affrontano più di 250 miti, presi dalla mitologia classica e latina. Per questo motivo non abbiamo fonti precise tranne il diretto influsso proveniente dalle Alloioseis di Antigono di Caristo, le Heteroiùmena di Nicandro di Colofone e le elegie mitologiche di Partenio da Nicea.

In un arido panorama sociale che vede il tracollo dei suoi ideali e il mutamento verso qualcosa di incerto e una società caratterialmente apolitica le Metamorfosi si collocano come centrale espressione dei giochi letterari del poeta. Stanco degli abusi letterari riguardanti gesta belliche e sermoni forensi, Ovidio propone con la banalità del tema mitologico, metafore e allegorie più attuali che contestualizzati nell’età augustea. Politicamente disimpegnato raduna in un unico poema disparati temi, l’amore il destine e la morte quelli più incisivi, seguono la pietas, i boni mores, dalla inequivocabile “mortalità” intellettuale del genere umano, alle gesta eroiche e sorprendenti degli eroi del mito.




Attraverso registri diversi e fragili quanto usuali connessioni tra i vari miti, Ovidio porta avanti un poema di 12000 versi con uno stile seppur ricercato e altezzosamente barocco,  accattivante, e il tema della “metamorfosi” mai esplicitato ma solo vagamente percepito in ogni singolo episodio accomna la narrazione creando atmosfera di affascinante attesa per il futuro.


Composizione: esametri dattilici

6 piedi (5° fisso)

dattilo: 1 sillaba lunga 2 sillabe brevi








Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta