ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto latino

Nominativo

ricerca 1
ricerca 2

Nominativo


Traduci in italiano senza consultare il vocabolario


Solon Atheniensis sapiens habebatur.

Q. Fabius Maximus dictator electus est.

Homerus maximus pota merito dici potest.



Caesar in somnio cum Iove loqui sibi visus est.

Mihi videris satis diligens esse.

Legatos ad senatum mittere consuli visum est.

Turpe nobis videbatur patriam relinquere.

Dic mihi, si tibi videtur, quid censeas.

Hostibus videbatur ducem captivorum miserere.

10. Mihi videtur fore ut tyrannum timeatis.

11. Equites iam adesse falso nuntiabantur.

12. Cicero praeclarus orator fuisse semper putabitur.

13. Caesari nuntiatum est hostes adventare.

14. Quod iussi sumus, facimus.

15. Senatum reprehendere cogor.


1)    L'ateniese Solone era stimato sapiente.

2)    Quinto Fabio Massimo fu eletto dittatore.

3)    Omero può giustamente essere definito il poeta più grande.

4)    A Cesare in sogno sembrò di parlare con Giove (= Cesare sembrò a se stesso)

5)    Mi sembra che (tu) sia abbastanza diligente (= sembri a me).

6)    Al console sembrò opportuno mandare degli ambasciatori al senato.

7)    Ci sembrava vergognoso abbandonare la patria.

8)    Dimmi, se ti sembra opportuno, che cosa consigli (oppure: stimi, proponi).

9)    Ai nemici sembrava bene che il comandante avesse pietà dei prigionieri.

10) Mi sembra che voi temerete il tiranno.

11) Falsamente si annunciava che i cavalieri erano già presenti.

12) Si stimerà sempre che Cicerone è stato un eccellente oratore.

13) A Cesare fu annunciato che i nemici sopraggiungevano.

14) Facciamo ciò che ci è stato ordinato.

15) Sono costretto a rimproverare il senato.




Traduci in latino senza consultare il vocabolario


I soldati diventarono coraggiosi durante (in + abl.) la battaglia.

2.   Il grande oratore Cicerone fu chiamato salvatore della patria.

3.   Fu eletto re un grande condottiero.

4.   Tutti fummo resi felici dalla notizia della vittoria.

5.   Mi sembra che tutti ti amino.

6.   Gli sembra di essere infelice.

7.   sembrava opportuno leggere quel libro.

8.   Ti sembrerà utile aver imparato il latino.

9.   Mi sembrava che avresti studiato con buona volontà.

10. Tutti conosciamo l'esito della guerra, come sembra.

11. Si tramanda che le Amazzoni fossero donne valorose.

12. Si deve credere che la verità sia la cosa più bella di tutte.

13. Ci fu ordinato di mandare un messaggero al senato.

14. Mi veniva impedito di vedere mia madre.

15. Era stato detto che tu avevi combattuto valorosamente.  


1)    Milites in pugna animosi facti sunt.

2)    Magnus orator Cicero servator patriae dictus est.

3)    Magnus dux rex electus est.

4)    Omnes victoriae nuntio laeti facti sumus.

5)    Omnes mihi videntur te amare.

6)    Sibi videtur beatus esse.

7)    Vobis videbatur illum librum legere.

8)    Tibi utile videbitur latinas litteras didicisse.

9)    Mihi videbatur fore ut studeres (bona) voluntate.

10)Omnes belli exitum cognoscimus, ut videtur.

11)Amazones strenuae mulieres fuisse traduntur.

12)Putandum est veritatem rem pulcherrimam omnium esse.

13)Iussi sumus nuntium mittere ad senatum.

14)Prohibebar meam matrem videre.

15)Dictum erat te strenue pugnavisse.



Traduci


1. Is enim mihi videtur amplissimus qui sua virtute in altiorem locum pervenit, non qui ascendit per alterius incommodum et calamitatem. Cic

2. Nihil posse iam ad hanc improbitatem addi videtur. Cic

3. Iniquum tibi videtur, Atti, esse non isdem legibus omnis teneri. Cic

4.   Mihi et tu videris, inquit, tantum iuris civilis scire voluisse quantum satis esset oratori. Cic

5.   Gemens ac vix lacrimis temperans Hannibal dicitur legatorum verba in Africam revocantium audivisse. Liv.

6.   Ubi tyrannus est, ibi dicendum est e nullam esse rem publicam. Cic.

7.   Numquam committendum est, ut imbelles timidique videamur. Cic.

8.   Superbe ab Samnitibus qui Capuam habebant Cumasque legati prohibiti commercio sunt. Liv.

9.   Illi socius esse diceris. Pl.

10. Legati iussi sunt leges Solonis describere. Liv.

11. Dici beatus ante obitum nemo supremaque funera debet. Ov.

12. Galbam, Africanum, Laelium doctos fuisse traditum est. Cic.

13. Quaedam tamen propria in hoc Campano motu accidisse narrantur. Sen.

14. Postquam Roma egressus est, fertur saepe eo tacitus respiciens postremo dixisse: 'Urbem venalem et mature perituram, si emptorem invenerit!'. Sall.

15. Visum est mihi de senectute aliquid ad te conscribere. Cic.

16. Manent immota tuorum fata. Verg.

17. Cato esse quam videri bonus malebat. Sall.

18. Nemo immortalis ignavia factus est. Sall.

19. Homerus magnitudine operis et fulgore carminum solus appellari poeta meruit. Vell.

20. Legio Martia, cum hostem populi Romani M. Antonium iudicasset, comes eius amentiae esse noluit. Cic. 


1. Mi sembra infatti ragguardevolissimo colui che è giunto ad una posizione più elevata per merito proprio, non colui che è salito in alto grazie al danno e alla disgrazia altrui (= dell'altro).

2. Sembra che non si possa aggiungere nulla ormai a questa malvagità.

3. Ti sembra ingiusto, Attio, che non tutti siano tenuti al rispetto delle medesime leggi (= tenuti dalle medesime leggi).

4. Mi sembra che (anche) tu abbia voluto conoscere tanto diritto civile quanto fosse sufficiente ad un oratore.

5. Si dice che Annibale fremendo e trattenendo a stento le lacrime, abbia ascoltato le parole degli ambasciatori che 6. (lo) richiamavano in Africa.

6. Dove c'è un tiranno, si deve dire che qui non vi è affatto Stato.

7. Non bisogna mai fare in modo di sembrare (= che sembriamo) imbelli e timorosi.

8. Ai legati fu superbamente proibito il commercio dai Sanniti che avevano Capua e Cuma.

9. Si dice che tu sia un suo alleato.

10. Ai delegati fu ordinato di trascrivere le leggi di Solone.

11. Nessuno deve essere definito felice prima della morte e delle esequie funebri.

12. E' stato tramandato che Galba, l'Africano (e) Lelio furono dotti.

13. Si narra tuttavia che accaddero alcuni fatti particolari in questo terremoto campano.

14. Dopo che (Giugurta) uscì da Roma, si dice che, voltandosi spesso a guardare colà, alla fine esclamò: "O città venale e destinata a morire presto, se troverà un compratore".

15. Mi è parso opportuno scriverti qualche cosa sulla vecchiaia.

16. Il destino dei tuoi rimane immutato.

17. Catone preferiva essere (piuttosto) che sembrare buono.

18. Nessuno è diventato immortale con l'ignavia.

19. Omero soltanto (= solo) meritò di essere chiamato poeta per la grandezza della (sua) opera e per lo splendore dei carmi.

20. La legione Marzia, avendo giudicato Antonio nemico del popolo romano, non volle essere comna della sua follia.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta