ePerTutti
Appunti, Tesina di, appunto latino

Tacito, libro XV, cap 40 Annales

Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Tacito, libro XV, cap 40 Annales


Infine, dopo sei giorni, l’incendio ebbe termine ai piede dell’Esquilino, demoliti gli edifici per uno spazio immenso perché unospazio sgombro e come un orizzonte aperto si opponessero all’ininterrotta violenza. Non era ancora sso il terrore o era tornata la speranza tra il popolo: di nuovo infuriò il fuoco nei luoghi più aperti della città, e là la perdita di vite umane fu minore, i templi degli dei e i portici destinati allo svago crollarono per un più vasto tratto. Quell’incendio suscitò una riprovazione maggiore poiché era uscito fuori dal fondo che Tigellino aveva negli emiliani e sembrava che Nerone cercasse la gloria di fondare una nuova città e di chiamarla col proprio nome. Effettivamente Roma era divisa in quattordici regioni delle quali quattro rimanevano integre, tre del tutto rase al suolo: delle rimanenti sette rimasero pochi ruderi delle case in rovina e quasi divorati dalle fiamme.










Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta