ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

Definizioni importanti per lo studio delle poesie



ricerca 1
ricerca 2
Seleziona una categoria

Definizioni importanti per lo studio delle poesie



Significante: Modo in cui è scritta la poesia.

Significato: Campo semantico della poesia arricchito dal significante.

Verso: Successione di un numero fisso di sillabe metriche e non grammaticali che formano l' unità ritmica di un testo poetico.

Metro: Misura del verso che obbedisce a determinate regole



Metrica: Insieme delle norme che regolano la composizione del verso.

Metrica accentuativa: Tipo di metrica fondata sull' alternanza di accenti tonici e ritmici

Sillabe metriche: Sillabe che non corrispondono a quelle grammaticali

Parola piana: Parola accentuata sulla penultima sillaba. Nel conteggio delle sillabe il numero rimane invariato.

Parola tronca: Parola accentuata sull' ultima sillaba. Nel conteggio delle sillabe se ne aggiunge una.

Parola sdrucciola: Parola accentuata sulla terzultima sillaba. Nel conteggio delle sillabe se ne toglie una.

Sineresi: Due vocali che dovrebbero costituire uno iato formano un dittongo cioè vengono a formare una sola sillaba invece che due.

Dieresi: Due vocali che dovrebbero costituire un dittongo formano uno iato.

Sinalefe: Fusione di due vocali contigue che vengono a formare una sola sillaba.

Dialefe: Divide due vocali contigue in due sillabe.

Accento ritmico: Al contrario dell' accento tonico non si trova in tutte le parole del verso, ma solo in alcune. Per esempio nel verso decasillabo si trova solo sulla terza, sesta e nona sillaba.

Endecasillabo: Tipo di verso costituito dall' unione di un settenario più un quinario. La sillaba in più che si ha unendo settenario e quinario è costituita dalla cesura (7+5=12).



Cesura: Pausa posta a metà dell' endecasillabo che segna la divisione del quinario dal settenario.

Enjambment: Discordanza tra metrica e sintassi, cioè manca la coincidenza tra pausa di fine verso e pausa sintattica.

Rima: Elemento che contribuisce a conferire ritmo alla poesia , costituito da un uguaglianza dei suoni finali di due parole a partire dall' accento tonico.

Tipi di rima: Perfetta (cuore amore), ricca (anche i suoni prima dell' accento tonico sono identici), equivoca (le parole sono uguali ma con significati diversi); imperfetta (assonanza cioè identicità dei suoni vocalici e consonanza cioè identicità di suoni consonantici).

Schemi di rima: Baciata (A A), alternata (AB AB o ABC ABC), incrociata (AB BA), incatenata (ABA BCB CDC).

Allitterazione: Ripetizione di vocali, consonanti o sillabe all' interno dello stesso verso.

Onomatopea: Imitazione di suoni naturali tramite parole (il tuono rimbombò).

Metafora: ura di traslato che consiste nell' accostare due termini con un legame non chiaro ma oggettivo, comprensibile a tutti.Serve a farci intuire una similitudine.

Analogia: accosta due termini che non hanno niente in comune in un espressione sintetica, nella quale si nasconde un grande campo semantico.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta