ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

EPICA



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

EPICA


Omero – Le magie di Circe (da Odissea)


Quanto tempo dura la vicenda? Credi che esso sia facilmente quantificabile oppure i suoi contorni appaiono piuttosto sfumati?

Secondo me la vicenda dura all’incirca mezza giornata, ma questo non lo si può affermare con certezza dal momento che non compaiono nel brano avverbi, locuzioni o proposizioni che accennino all’evolversi del tempo.


Individua le fasi dello schema narrativo e sintetizzane il contenuto. 

Situazione iniziale: Ulisse divide i suoi comni in due gruppi

Esordio: il gruppo capitanato da Euriloco parte in avanscoperta, incontra gli animali stregati e trova la casa di Circe

Spannung: il gruppo, tranne Euriloco, entra in casa di Circe

Peripezie: i comni di Ulisse ricevono in dono da Circe del cibo, che li trasforma in maiali, che Circe rinchiude con gli altri

Conclusione: Euriloco torna alla nave e racconta all’altro gruppo la crudele sorte dei comni


La conclusione coincide con un miglioramento o con un peggioramento?

Sicuramente la conclusione coincide con un peggioramento perché il gruppo di Ulisse subisce il dolore della perdita dei cari comni per mano di Circe.





Caratterizza brevemente il personaggio di Circe.

Aspetto fisico: attraente, dalle belle trecce, voce notevolmente dolce e soave, brava nel canto e nella tessitura della tela

Aspetto comportamentale: persona furba che dapprima attrae come una calamita, per poi colpire in segreto ed esserne fiera


“Colui che accoglie ciecamente la tentazione e l’immediata soddisfazione dei sensi diviene animale”. Rifletti e scrivi un breve testo.

Secondo me la frase citata riflette perfettamente la morale del brano de “Le magie di Circe”. Infatti i comni di Ulisse, arrivati in prossimità della casa della maga, non riflettono abbastanza sull’essenzialità dell’ingresso in essa ma, abbandonati nella speranza di una calorosa accoglienza e allietati dalla voce idilliaca della dea, si lasciano tentare ed entrano nell’abitazione, subendo le crudeli conseguenze della loro imprudenza.

Al contrario, il personaggio Euriloco rappresenta un modello di vita da osservare: nella vicenda, sceglie di resistere alla forte tentazione, alimentata da quella dei comni, intuendo l’eventualità di un inganno e non conoscendone le eventuali conseguenze che, come sappiamo, si riveleranno tragiche.

Secondo me, una tra le debolezze dell’uomo è proprio quella che spesso lo spinge a non resistere alla tentazione, alla quale abbandonatosi, poi ne subirà le conseguenze, positive o negative che siano. Questo tipo di comportamento è un fenomeno le cui radici sono riscontrabili alla base, ovvero già dalla creazione dell’uomo: vedi il più classico esempio che meglio riveste questa morale, l’episodio di Adamo ed Eva, raccontato nel libro della Genesi.









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta