ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

IL PROEMIO DELLA GERUSALEMME LIBERATA - T66



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Il proemio della Gerusalemme liberata

- T66 -


Siamo nel periodo della prima crociata del 1096.


Protagonismo dell’io L Canto delle arme pie e del capitano                          

lirico che liberò il sacro sepolcro di Cristo.

Egli fece molte cose con razionalità e con virtù, caratterizzazioni



PROTASI soffrì molto nella gloriosa conquista; ( è il simbolo del BENE)

(argomento) ed invano l’Inferno gli si oppose, ed invano

i musulmani si allearono con l’Asia e l’Africa.

Il Cielo gli andò incontro, e sotto le sacre che sbagliano sono

insegne ricondusse i suoi comni erranti. che viaggiano cavalieri


O Musa, tu che non ti circondi di

caduchi allori sul monte Eliconia, VUrania, protettrice della poesia

ma su nel Paradiso fra i cori angelici epica

INVOCAZIONE hai come corona d’oro stelle immortali,

ispira il mio petto di ardori celesti,

rischiara il mio canto, e perdona

se intreccio storia e fantasia, se in parte adorno

i miei scritti di diletti mondani, invece dei tuoi.


Lo sai che gli uomini prediligono la poesia

ricca di immagini fantastiche e di altri ornamenti a lei propri,



e che la verità, mescolata a dolci immagini,

ha persuaso le persone più schive allettandole.

Così al bambino malato porgiamo una tazza

con i bordi cosparsi di un liquido dolce:

il fanciullo ingannato dal sapore dolce beve l’amara medicina e,

anche in virtù dell’inganno, guarisce.


Tu, magnanimo Alfonso, sottrai

alla tempesta degli eventi e proteggi

me, pellegrino errante, e agitato

fra gli scogli e le onde e quasi inghiottito,

DEDICA accogli con benevolenza questo mio libro,

che io porto consacrato a te quasi per un voto.

Forse ci sarà un giorno nel quale la profetica penna

oserà scrivere di te quel che ora solo suggerisco.


È giusto, se mai accadrà che in periodo di pace

si veda il buon popolo di Cristo,

e con navi e cavalli gli infedeli musulmani

cerchino di strappare nuovamente il grande Sepolcro di Cristo,

che ti sia concesso lo scettro del potere in terra o, se preferisci,

l’alto potere dei mari.

Seguo (le orme) di Goffredo, intanto ascolta

i nostri carmi, e preparati a combattere.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta