ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

''IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO'' CALVINO



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

''IL SENTIERO DEI NIDI DI RAGNO''

CALVINO



CAPITOLO 1:

Pin è un bambino cresciuto per strada, per vivere fa l'aiuto ciabattino; la sua famiglia è la sorella che si prostituisce coi tedeschi.

Si reca spesso all'osteria frequentata dai partigiani che gli chiedono di prendere la pistola ad un marinaio tedesco che spesso va da sua sorella.


CAPITOLO 2:



Un pomeriggio ruba la pistola del soldato, fiero ed impaurito va all'osteria dove, prima che possa farsi grande con la sua conquista, i partigiani sono combattuti sul furto o meno della pistola.

Pin allora decide di tenerla e la porta sul sentiero dove i ragni fanno i nidi.

Nel frattempo i soldati tedeschi, avvisati dal marinaio, gli stanno dando la caccia e appena arriva lo arrestano.


CAPITOLO 3:

Pin viene condotto in una villa inglese adibita a carcere e dopo un paio di interrogatori incontra Lupo Rosso, un ragazzo sui 16 anni che vive a pieno la lotta partigiana; Pin è emozionato da questo incontro e sibisce il fascino del ragazzo.

Lupo Rosso svela a Pin che ha un piano per fuggire e Pin vorrebbe unirsi alla sua fuga.


CAPITOLO 4:

Pin e Lupo Rosso fuggono e si nascondono.

Poco dopo Lupo Rosso si allontana per perlustrare la zona ma non ritornerà al nascondiglio.

Pin , trovatosi solo, va alla ricerca della pistola e appena l'ha trovata pensa a cosa avrebbe fatto Lupo Rosso ma subito è preso da un senso di sconforto e di solitudine.

Piangendo girovaga per il bosco ed incontra un uomo col quale instaura un dilaogo.


CAPITOLO 5:

L'uomo porta Pin in un casolare dove gli presenta Mancino, il cuciniere della brigata partigiana di cui fa parte l'uomo.

Cugino, questo è il nome dell'accomnatore di Pin, si fa dire il motivo per il quale non c'è nessuno al casolare e Mancino gli spiega che c'è un colpo in atto e che tutti sono partiti.

Poco dopo arriva al casolare Giglia, moglie di Mancino, che si mette a parlare con Cugino della rivolta comunista mentre di sottofondo si sentono gli spari dei comni.

Pin segue attento e poco dopo vede arrivare Lupo Rosso con gli altri uomini della brigata che stanchi dell'attacco si buttano sulla lia a dormire.


CAPITOLO 6:

E' sera e Pin si trova a parlare con i suoi comni.

Per primo deride il Dritto, capo del distaccamento; questi è un tipo poco affidabile al quale hanno affidato apposta quel distaccamento e quegli uomini.

Gli uomini difatti sono anch'essi scansafatiche e poco inclini a eseguire gli ordini ma si sentono partecipi nel lottare per la loro causa.

Fra tutti si fa notare Pelle, un ragazzo dalle idee chiare: donne e armi, è questo che affascina Pin che però non capisce quali sono i suoi sentimenti per lui, se odio (visto che Pelle è stato con sua sorella) o ammirazione dato che Pelle conosce il sentiero dei nidi di ragno.

Infine Pin si trova a scherzare con Zena il Lungo che per quanto grande e grosso è il più pigro di tutto il distaccamento.


CAPITOLO 7:

All'interno del casolare tutti gli uomini osservano Giglia, Pin che si accorge di questo la canzona e tenta di capire come mai l'uomo è così attaccato alla sua donna.

La stessa mattina di queste riflessioni di Pin arrivano tre uomini del distaccamento col loro cognato morto; i due fascisti fatti prigionieri qualche giorno prima lo seppelliranno.

La sera Pin è tutto intento a tirar sù il morale dei commilitoni quando scoppia un incendio nel casolare; c'è un fuggi-fuggi e gli uomini si troveranno presto in fuga nel bosco.




CAPITOLO 8:

Il loro nuovo nascondiglio è un fienile; qui si cerca di rimettere tutto in ordine a partire dalla gerarchia dei partigiani stessi.

Inizia di lì a poco una discussione politica e tutti mettono in mezzo la propria storia ed i discorsi di politici che hanno ascoltato.

Pin rimane in disparte col Dritto che mentre pulisce la pistola gli spiega il funzionamento.


CAPITOLO 9:

All'accampamento si presentano Kim, che è il commissario, e Ferriera che è il comandante.

I due illustrano al Dritto e ai suoi uomini quale e come andrà fatto il colpo del giorno dopo.

Gli spiegano dove appostarsi e cosa stanno facendo i tedeschi in città: li mettono anche al corrente che Pelle stava coi fascisti.

Dopo aver dato queste informazioni Kim e Ferriera si allontanano e Kim chiede al comandante perchè così tanti scansafatiche siano nello stesso distaccamento; Ferriera spiega che non è tanto la persona quanto l'ideale che questa insegue, Kim però non è d'accordo ma la discussione rimane in sospeso, i due si dividono e Kim si perde nei suoi pensieri.


CAPITOLO 10:

E' mattina presto e tutti gli uomini si preparano alla battaglia; c'è gran fermento, tutti intenti nell'assetto delle loro armi.

Pin è in disparte che osserva e non sa se rimarrà al casolare o se andrà con la brigata.

Nel frattempo c'è un momento di intimità tra il Dritto e Giglia disturbato dalle urla e dalla corsa frenetica di Pin nel momento in cui si spaventa sentendo i primi spari.


CAPITOLO 11:

Pin, il Dritto e Giglia vanno a dar manforte alla brigata ma quando arrivano è tutto finito, non gli resta che osservare cosa è successo.

Mentre sono lì che osservano e si fanno spiegare l'accaduto arriva Lupo Rosso che li aggiorna su quello che è avvenuto in città: deportazioni, fucilazioni e l'uccisione da parte sua e di altri della brigata di Pelle.

Pin chiede a Lupo Rosso se aveva trovato la sua pistola ma questi gli da risposta negativa; Pin, tranquillizzato, canzona il Dritto e la Giglia che si offendono e tentano di tappargli la bocca ma con scarso successo.

A questo punto arrivano due uomini a prendere il Dritto; deve conferire con Kim e Ferriera.


CAPITOLO 12:

Pin si distacca dalla brigata e girovagando pensaa quando sarà grande, pensa a cosa farà ora.

Ben presto si trova a casa di due vecchietti che gli offrono da mangiare ma Pin non si trova a suo agio e va via.

Torna a casa della sorella che lo accoglie quasi fosse sua mamma, Pin le chiede se ha una pistola e lei gliela mostra: è la P38 che Pin aveva rubato al marinaio, la prende e scappa, si ritrova nella camna vicino ai sentieri dei nidi di ragno quando incontra Cugino, uno dei partigiani della brigata, che lo porta con se e Pin si sente al sicuro e felice di di questa amicizia.










Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta