ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

LA CONCLUSIONE DELL’OPERA (Vita Nova)



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

LA CONCLUSIONE DELL’OPERA (Vita Nova)

riaffermazione gloriosa di Beatrice à Dante promette di non scrivere più

di Beatrice fino al momento in cui

non sia in grado di scrivere di lei

cose mai dette a nessuna donna


ANNUNCIO DELLA COMMEDIA ?



Due gentili donne invitano Dante a mandare loro alcune rime.

tema : IL PENSIERO (“spirito peregrino”)


come un pellegrino che

è fuori dalla sua patria

dove va il pensiero di Dante




perché , chi muove il pensiero di Dante

ciò che vide il pensiero di Dante  (Beatrice)

come il pensiero vide Beatrice , il pensiero non può capire

“tutto è donna”


Dante parla di una visione. Decide allora di non scrivere più di Beatrice finchè non era abbastanza elevato, e nel frattempo Dante decide di   studiare quanto può per arrivare a capire.


IL SONETTO:

La “ragione” della scrittura di Dante non è più l’AMORE, ma poter raggiungere Beatrice con il pensiero verso l’Empireo. In questo caso l’Amore diventa il movente, non la ragione. Il sospiro è il pensiero di Dante ed esce dal suo cuore  e attraverso uno slancio verso l’alto raggiunge il Paradiso (prima e seconda parte). Quando arriva in Paradiso vede Beatrice (terza parte) il “sospiro” contempla la luminosità dell’amata. Il pensiero di Dante vede Beatrice così perfetta che è incapace di riferire a Dante cosa gli è stato detto (quarta parte). Dante sa che il pensiero sta parlando di Beatrice e di questo è sicuro (quinta parte).









Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta