ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

“Movesi il vecchierel canuto et biancho”



Scrivere la parola
Seleziona una categoria

“Movesi il vecchierel canuto et biancho”                                 





Il vecchietto canuto e pallido si allontana

dal caro luogo dove ha trascorsa la sua vita

e dalla famigliola sconvolta

che vede il caro padre venire meno;


poi da lì si aiuta quanto più può con la buona volontà

negli ultimi giorni della sua vita

trascinando il corpo vecchio sfinito dall’età

e stanco per il cammino;


e arriva a Roma seguendo il desiderio,

per ammirare l’aspetto di colui

che spero di vedere di nuovo lassù nel cielo:


allo stesso modo talora io, misero, cerco

in altri, donna, per quanto è possibile,

la vostra vera immagine amata.



COMMENTO:

Come un vecchio si mette devotamente in cammino verso Roma per vedere la Veronica, cioè il panno con il quale, secondo la credenza, fu asciugato il volto di Cristo ; così il poeta cerca in ogni volto quello della donna amata.



Il sonetto rappresenta una lunga similitudine dell’umanità,alla ricerca dei suoi valori.

Il tema presente è quello della VANITAS VANITATUM  affiancato a quello della morte.Il protagonista è appunto un vecchietto alla ricerca di perseguire i suoi obbiettivi dotato sicuramente

di voluntas e di sub specie aeternitatis ( cioè del riconoscimento della nullità delle cose umane se

messe in rapporto con Dio),perchè ha chiara la rivalutazione del mondo metafisico su quello fisico.

Nel primo verso della prima terzina,troviamo il desiderio come valore,mentre nella seconda terzina

è evidente una bestemmia da parte di Petrarca esasperato che viene da lui usata per celebrare

la grandezza del suo amore e la sua completa dedizione ad esso.



URE RETORICHE:

sineddoche :”il corpo fianco”

metonimia :”verso5”

chiasmo :”extreme giornate”







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta