ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto letteratura

Romanticismo

Romanticismo


Scrivere la parola
Seleziona una categoria

Romanticismo


L’atto di nascita del Romanticismo viene fatto convenzionalmente partire dal 1798 anno in cui i due fratelli Sheghel a Jena fondando la rivista “Ateneum”. A Jena già insegnava Ficte che sarà il teorico dell’idealismo. Quando Ficte sarà cacciato dall’università di Jena il suo posto sarà preso da Shelling, il VERO teorico del Romanticismo.

Il romanticismo è introdotto dal movimento “Sturm un Drung” tedesco ( tempesta ed impeto) dal titolo del dramma teatrale Kling. A questo movimento aderiranno Goete e Shiller.


Principi artistici:  nell’arte bisogna liberarsi da canoni prestabiliti di ordine metodologico. ARTE= espressione della spontaneità del genio. Passione per tutto ciò che è originale. In questo periodo in Inghilterra si diffonde l’Ossia.




Lo “sturm un drung” esprime posizioni fortemente critiche verso gli ideali illuministi divulgati in quel tempo.


Rapporto tra Romanticismo e Illuminismo: Contrapposizione netta tra la predilezione per la ragione ( illuminismo) e le facoltà arazionali ( romanticismo).Questa differenza non è però netta a tal punto da escludere uno dei due elementi in questi movimenti.

Esistono elementi di continuità ma anche elemtni specifici di differenza.


DIFFERENZE: Cambia la concezione con il mondo. L’uomo romantico vede il mondo come elemento di contrasto con lui. L’elemento di contrasto è dato dalla estrema sensibilità umana e dal susseguirsi di nuove vicende storiche, che dimostrano l’impossibile ottimismo illuminista.


L’uomo romantico è attraversato da una consapevolezza: sa di essere finito e pur tendendo all’infinito sa di non poterlo raggiungere.


Tema dell’esilio ( Foscolo) à metafisicoà l’uomo si sente esiliato dalla sua realtà più autentica, si sente collocato in un non luogo. L’uomo si sente estraneo al mondo e lontano dalla infinità a cui aspira.


Il romanticismo fa un’indagine introspettiva della società ( àelemento ricavato da Rousseau che scrive le “ Confessioni”). Quando si parla di sentimento si intende il sentimento spirituale. L’obiettivo è di privilegiare gli aspetti arazionali che in precedenza erano stati trascurati. L’uomo si propone come anima sensibile, capace di cogliere la realtà attraverso altre facoltà diverse dalla ragione à intuizione, immaginazione, illuminazione.


L’infinito non si può cogliere con la ragione , è necessario utilizzare altri strumenti, bisogna avvalersi di strumenti che non sono limitati dalla ragione. La realtà è geroglifico dello spirito.


Le cose del mondo sono simboli di qualcosa che va al di la della realtà. La Filosofia, la religione e l’arte permettono di cogliere questa nuova realtà che va al di la dei simboli.

L’arte è lo strumento privilegiato della conoscenza.

 L’individuo romantico si presenta come un genio, un titano. Si presenta come aspirante a qualcosa che non può essere compreso dalle masse. Drammatico rapporto dell’uomo con il mondo , l’universo è privo di centro e l’uomo deve costruirselo. Forte interesse dell’individualità. Nel romanticismo gli autori non sono coinvolti civilmente, analizzano solo l’introspezione personale.  Si diffonde infatti l’autobiografia, il cui modello è “le Confessioni” di J.J. Rousseau. Il tema della società sarà fatto proprio da molti filosofi post-romanticisti.

Nel movimento romantico si possono riscontrare numerose ambivalenze e contraddittorietà. Manzoni, con il suo impianto razionalistico, esprime la ura di maggior spicco del romanticismo italiano.

Due realtà sono oggetto specifico del romanticismo: la NATURA e la STORIA.


Natura


A differenza della natura illuminista, che era rappresentata come una grande macchina organizzata secondo il modello meccanicistico deterministico (sistema di cause) .

La natura romantica è invece un ORGANISMO costituito da una serie di fini, quindi il principio portante è la finalità. Ogni parte dell’organismo è organizzata a perseguire il fine del tutto.



La natura è teleologicamente orientata.

L’approccio allo studio della natura cambia completamente. La natura assume un valore etico.

Può essere natura MADRE ( Goete ) o natura MATRIGNA ( Manzoni).

Si recuperano le concezioni panteiste di Spinosa e Bruno. La stessa differenza si riscontra nella storia.


Storia


Per l’illuminismo la storia era fondata su criteri irrazionali

I romantici considerano la storia come un qualcosa di finalisticamente organizzato, secondo una visione provvidenzialista.

La storia ha tutta quanta un senso.

Sono rivalutate le epoche primitive

Idea di NAZIONEà si sviluppa proprio n questo periodo


Religione


Discordanze religiose tra i diversi teorici


Linguaggio


Gli  illuministi sottolineavano la struttura logico-matematica.

Per i romantici il linguaggio è sintesi dela natura e dello spirito dell’uomo.







Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta