ePerTutti


Appunti, Tesina di, appunto lingue

IVANHOE



ricerca 1
ricerca 2
Seleziona una categoria

IVANHOE

Ivanhoe è un eroe del XII secolo vissuto in Inghilterra, territorio conquistato dai normanni  già dalla seconda metà del secolo precedente e in preda a lotte intestine fra i Sassoni e gli ultimi conquistatori. Infatti i Sassoni non potevano sopportare oltre le leggi imposte dai Normanni e l'obbligo del francese.

In quegli anni vi erano le crociate e a capo della terza crociata ci fu il re Riccardo Cuor di Leone, un normanno.

Ciò lo allontanò dalla patria per lungo tempo e così in questo periodo suo fratello Giovanni ne approfittò per usurpargli il trono. Questi si trovò però ad affrontare i Sassoni che volevano far eleggere re uno di loro. Essi erano guidati da Cedrig di Rotterwood, il quale rinnegava suo lio Ivanhoe perché era partito per la crociata. Cedrig aveva sotto la sua protezione una bella fanciulla che si chiamava Rowena, la quale era segretamente innamorata di Ivanhoe.

Il film comincia mostrando dei cavalieri normanni che, bisognosi di vitto e alloggio per la notte prima del torneo ad Ashby-de-la-Zouche, chiedono ospitalità alla corte di Cedrig. Oltre ai cavalieri normanni Cedrig ospita anche un ebreo, Isacco di York, e un pellegrino, che altro non è che Ivanhoe, che si era ben coperto il volto per non farsi riconoscere e tuttavia poter vedere, aiutato dal giullare di corte, la sua amata Rowena. Ma l'ebreo non viene tollerato dai normanni che, desiderosi del suo denaro, lo avrebbero ucciso se non fosse intervenuto il coraggioso Ivanhoe a salvargli la vita. Così Isacco di York, per sdebitarsi, decide di regalargli del denaro per permettergli di partecipare al torneo indetto.



Giunge il giorno del torneo ad Ashby, dove è presente anche Giovanni con i suoi alleati. Dopo i primi trionfi dei normanni si presenta un valoroso nonché misterioso cavaliere nero, che sconge tutti i normanni eccetto l'ultimo, dal quale viene gravemente ferito. Per tale ragione il cavaliere nero (Ivanhoe) è portato nella casa dell'ebreo, dove gli prestano soccorso Isacco e la sua bella lia Rebecca.

Finito il torneo, Cedrig, Rowena, Isacco, Rebecca e il ferito Ivanhoe prendono la strada del ritorno dove, però, sono vittime di un'imboscata. Cedrig e Isacco vengono fatti prigionieri da Front-de-Boif, Rebecca è resa contro-volontà amante del templare, Rowena diviene oggetto delle mire di De-Basy. Solo grazie all'intervento di Robin-Hood viene espugnato il forte e i prigionieri che vengono liberati, fatta eccezione di Rebecca, la lia di Isacco, l'ebreo.

La donna è ingiustamente accusata di essere una strega, e così condannata al rogo. Con l'aiuto di Ivanhoe, che sconge Bois-Guilbert, Rebecca è resa libera, così può partire in Sna con il padre.

Re Riccardo torna in possesso del trono e punisce severamente il fratello. Cedrig perdona il lio, che sposa Romena.






Privacy

© ePerTutti.com : tutti i diritti riservati
:::::
Condizioni Generali - Invia - Contatta